Uova: bandite l’errore che tutti commettiamo con questo alimento!

Le uova possono essere difficili da conservare. E c'è un errore che tutti commettiamo con questo cibo...

Distribuire Pieghevole Indice dei contenuti

Le uova sono facili da preparare e hanno molte qualità nutrizionali. Tuttavia, non è così semplice conservarli correttamente. Va detto che le uova mal conservate possono rappresentare un rischio per la salute. Quindi cosa non dobbiamo fare mai più? Questo è ciò che vedremo ora. Non preoccupatevi, la redazione di Barlettaweb vi racconterà tutto. Siete pronti?

Uova tanto buone quanto pericolose

Nelle nostre cucine, le uova sanno come rendersi indispensabili. Infatti, quando facciamo la lista della spesa, sono poche le volte in cui non sono presenti. Infatti, secondo un recente sondaggio, ben il 91% dei francesi mangia uova almeno una volta alla settimana. E questo dalla colazione alla cena. Uova mimosa, uova sode, uova strapazzate, ci sono molti modi per cucinarle.
Ma attenzione, se le uova sono deliziose, sono anche pericolose. Infatti, se non sono conservati nel modo giusto, possono farvi ammalare. Quindi, per evitare qualsiasi rischio di intossicazione alimentare, è necessario rispettare alcune regole di buona conservazione delle uova. Per scoprire quali sono, dovrete leggere il resto del nostro articolo. No, non è uno scherzo. Un po’ più di pazienza…

Non metterli in frigorifero

Qualche mese fa, l’Agenzia nazionale francese per la sicurezza alimentare, ambientale e occupazionale (ANSES) ha pubblicato alcune raccomandazioni sulle uova. Tre per l’esattezza. Innanzitutto, è fondamentale mantenere le uova sempre alla stessa temperatura per evitare il fenomeno della condensazione dell’acqua sulla loro superficie. Se siete soliti metterli in frigorifero, dovete cambiare questa abitudine. Nei supermercati non sono mai esposti nel reparto frigo.
È opportuno conservare le uova a temperatura ambiente, al riparo dalla luce. Tuttavia, in caso di ondate di calore, potete metterli in frigorifero. L’Anses ricorda inoltre che non bisogna mai lavare i gusci. E questo anche se contengono impurità. Il rischio è infatti quello di aumentare la porosità dell’involucro e quindi di permettere la penetrazione di microrganismi. E questo non è un bene.

Non mangiare un uovo rotto o incrinato

Nel suo rapporto, l’ANSES tiene a precisare che non bisogna mangiare nemmeno un uovo rotto o incrinato. Se questo sembra normale, dovrebbe comunque essere specificato. Per ogni evenienza. Perché questo? Ebbene, l’uovo, una volta aperto, è soggetto a tutti i tipi di batteri e sporcizia. Infine, qualsiasi preparazione culinaria a base di uova crude, come la maionese o la mousse al cioccolato, deve essere conservata in un luogo fresco e consumata entro 24 ore. Dipende da voi.