Interruzioni di corrente: dovrete svuotare il vostro congelatore quest’inverno? La risposta

A causa della carenza di energia elettrica, si sta valutando la possibilità di interrompere l'erogazione di corrente. In questo caso, cosa accadrebbe al cibo nel congelatore?

Distribuire Pieghevole Indice dei contenuti

A seguito di questa nuova situazione di scarsità, il governo e i fornitori di energia elettrica non hanno escluso di riduzione del carico mirata e spot. Ciò significa che i tagli potrebbero essere effettuati in caso di grandi picchi di consumo. Ma questa alternativa si verificherebbe solo solo come ultima risorsa. Vi state chiedendo cosa accadrebbe agli alimenti conservati nel congelatore? Leggete questo articolo per trovare le risposte.

Interruzioni temporanee di corrente

Quando si parla di interruzioni di corrente, chi si riscalda con l’elettricità si preoccupa di avere freddo quest’inverno. Ma altri hanno domande pratiche come: cosa succederebbe al cibo nel congelatore? Il gestore del sistema di trasmissione dell’energia elettrica offre una soluzione a questo problema. risposta rassicurante. “Se per caso ci fosse un’interruzione, questa interruzione è di due ore, è organizzata e in due ore non si perde il congelatore”.. Questa è la dichiarazione di Xavier Piechaczyk, presidente di RTE. Infatti, tutti i congelatori beneficiano di un autonomia di diverse ore durante il quale il cibo rimane congelato.
Se il vostro funziona normalmente, non c’è bisogno di preoccuparsi di mantenere il cibo freddo. In un congelatore ben fornito, il freddo si manterrà nei vari scompartimenti per più di dieci ore dopo l’interruzione della corrente. Se si verifica questo scenario, non è necessario recuperare tutto il cibo. Tenete invece le porte del congelatore chiuse per mantenere il freddo all’interno ed evitare che la temperatura salga all’interno.

Un sito web per tenere sotto controllo la situazione

In altre parole, un dispositivo ben riempito offrirà un’autonomia maggiore rispetto a uno mezzo vuoto. In ogni caso, queste interruzioni di corrente, previste solo per il momento, hanno lo scopo di ripristinare l’equilibrio tra domanda e offerta per evitare blackout diffusi. Queste avrebbero conseguenze disastrose. In altre parole, molto peggio del cibo scongelato.
Un’altra informazione interessante: un sito web offre la possibilità di tenersi aggiornati sulla situazione del Paese. “Ecowatt” è disponibile su computer e cellulari. Con una mappa della rete elettrica e un semplice codice colore, è possibile tenere sotto controllo i consumi in Francia. Se le luci diventano rosse, significa che la rete è sovraccarica. In questo caso, potreste temere un’interruzione prematura della corrente.

Consumare in modo responsabile

Per evitare il rischio di interruzioni di corrente, tutti i francesi sono invitati a rivedere le proprie abitudini di consumo. Il principio è semplice: una piccola concessione per milioni di famiglie può fare una grande differenza. Al proprio livello, è possibile cambiare alcune abitudini. Evitare di riscaldare gli ambienti, chiudere le porte delle stanze riscaldate, limitare la temperatura del termostato, passare meno tempo sotto la doccia, eliminare il bagno dalla routine quotidiana, tutte queste piccole azioni possono rivelarsi determinanti se vengono rispettati dal maggior numero possibile di consumatori.
Ora possiamo solo sperare in temperature miti quest’inverno!