Home Notizie recenti Verso una norma europea sull’impronta di carbonio per le batterie

Verso una norma europea sull’impronta di carbonio per le batterie

14
0
batteria

Credito: CC0 Pubblico Dominio

I migliori ricercatori nel campo dell’energia, della tecnologia e del clima dell’ETH di Zurigo si sono impegnati in un dibattito informato sul regolamento europeo che stabilisce un limite massimo di impronta di carbonio per i mercati europei.

I limiti, da stabilire quest’anno, entreranno in vigore nel 2027 e si applicheranno alle batterie dei veicoli elettrici e alle batterie stazionarie con più di 2 kilowattora (kWh) di capacità di accumulo. In un Scienza esaminando questo argomento, i ricercatori prevedono che qualsiasi opzione di progettazione basata sulla velocità effettiva per quantificare l’impronta di carbonio delle batterie potrebbe non essere all’altezza delle sue aspettative e causare più danni che benefici.

Il regolamento potrebbe svolgere un ruolo pionieristico nella politica sui cambiamenti climatici. L’esperienza con esso può rivelarsi preziosa anche per le autorità di regolamentazione non europee e per la progettazione normativa di prodotti che condividono caratteristiche con le batterie. La prospettiva europea sull’affrontare l’impronta di carbonio delle tecnologie complesse e multiuso sarà quindi osservata da vicino a livello internazionale.


Articolo precedenteL’informatore di Facebook lancia un’organizzazione no profit per affrontare la grande tecnologia
Articolo successivoGli Stati Uniti accusano Boeing di investitori fuorvianti sulla sicurezza del 737 MAX, multata di $ 200 milioni