Home Notizie recenti SEC: Nvidia non ha rivelato le criptovalute come generatore di entrate

SEC: Nvidia non ha rivelato le criptovalute come generatore di entrate

119
0

Le persone si radunano allo stand Nvidia alla fiera di telefonia mobile del Mobile World Congress giovedì 12 febbraio 27, 2014 a Barcellona, ​​​​Spagna. La Securities and Exchange Commission afferma di aver risolto le accuse contro Nvidia, venerdì 6 maggio 2022, per “divulgazioni inadeguate” relative all’impatto del cryptomining sulla sua attività di gioco. La società tecnologica pagherà una penale di $ 5,5 milioni e ha accettato un cessate e -Desist order.Credit: AP Photo/Manu Fernandez, File

Nvidia, una grande azienda tecnologica che si è espansa in modo aggressivo nei giochi, pagherà una sanzione di 5,5 milioni di dollari per non aver rivelato che il cryptomining era una fonte significativa di crescita dei ricavi dalla vendita di unità di elaborazione grafica che sono state prodotte e commercializzate per i giochi.

Le criptovalute sono estremamente volatili e la US Securities and Exchange Commission ha dichiarato venerdì che la società di Santa Clara, in California, non ha rivelato agli investitori nel 2018 i potenziali rischi futuri di tali vendite.

“Gli errori di divulgazione di Nvidia hanno privato gli investitori di informazioni critiche per valutare l’attività dell’azienda in un mercato chiave”, ha affermato Kristina Littman, capo della Crypto Assets and Cyber ​​​​Unit della SEC Enforcement Division.

La società ha anche accettato un ordine di cessazione e cessazione, ha affermato la SEC. Nvidia non ha ammesso né smentito i risultati della SEC e ha rifiutato di commentare venerdì.

I cryptominer vengono compensati per la verifica delle transazioni crittografiche. Quando la mania delle criptovalute ha iniziato a diffondersi nel 2017, le unità di elaborazione grafica di Nvidia progettate e commercializzate per i giochi sono state sempre più utilizzate dai clienti di Nvidia per estrarre criptovaluta, secondo la SEC.

La società ha registrato una crescita sostanziale delle entrate nella sua attività di gioco nel 2018 e sapeva che quelle vendite erano “guidate in parte significativa dal mining di criptovalute”, ma non lo ha rivelato negli archivi normativi a disposizione degli investitori, ha affermato la SEC.

“Questi guadagni significativi e le fluttuazioni del flusso di cassa si sono riferiti a un’attività volatile per gli investitori per accertare la probabilità che la performance passata fosse indicativa della performance futura”, ha affermato la SEC.

Le criptovalute sono un mercato estremamente volatile. Il prezzo del bitcoin, una criptovaluta più stabile rispetto a una miriade di altre, è balzato da circa $ 35.000 ciascuna a gennaio a quasi $ 48.000 a marzo. Quel prezzo entro venerdì era sceso di nuovo a circa $ 36.000.

La SEC ha affermato che la mancata divulgazione da parte di Nvidia del suo impatto della criptovaluta sulle vendite di giochi è stata particolarmente fuorviante perché la società ha rivelato che altre parti della sua attività stavano guidando a causa della domanda di criptovalute, “creando l’impressione che l’attività di gioco della società non sia stata influenzata in modo significativo da mining di criptovalute.”

Nvidia Corp. riporta i guadagni del primo trimestre alla fine di questo mese.


© 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

Articolo precedenteSono state esplorate alternative ai metodi tradizionali per rilevare il cancro della pelle
Articolo successivoMaternità differita: l’età media degli Stati Uniti per il parto raggiunge i 30 anni