Home Notizie recenti Qualcomm completa l’acquisizione di Arriver per aumentare il progresso del software in...

Qualcomm completa l’acquisizione di Arriver per aumentare il progresso del software in ADAS, veicoli a guida autonoma

139
0

Credito: CC0 Pubblico Dominio

Qualcomm ha concluso l’acquisizione del ramo software avanzato di assistenza alla guida/autoguida di Veoneer lunedì, evidenziando l’offerta della società di San Diego di diventare un fornitore di tecnologia chiave per le case automobilistiche poiché si diversifica oltre gli smartphone.

I dettagli finanziari relativi alla complessa transazione non erano disponibili. Qualcomm prevede di discutere i termini durante la teleconferenza sugli utili trimestrali a fine mese.

Ma l’acquisizione della divisione software Arriver di Veoneer consente a Qualcomm di competere testa a testa contro Mobileye, leader del settore, nel mercato delle tecnologie di guida autonoma e di sicurezza dei veicoli basate su telecamere.

“Questo mercato sta arrivando al punto in cui il tasso di connessione per questa tecnologia sarà del 100 percento”, ha affermato Nakul Duggal, vicepresidente senior e direttore generale del settore automobilistico di Qualcomm. “Inizierai a vedere che questa tecnologia è necessaria per tutto ciò che si muove. Tutto avrà bisogno di un livello più elevato di sicurezza automatizzata”.

L’accordo Arrive aggiungerà circa 1.100 lavoratori, anche in Europa e Detroit, alla base globale di 45.000 dipendenti di Qualcomm.

Qualcomm è già un importante fornitore di silicio per le case automobilistiche, con vendite che hanno superato il miliardo di dollari lo scorso anno. La società ha un arretrato di 13 miliardi di dollari di ordini in sospeso.

Questa pipeline, tuttavia, è incentrata su tecnologie che forniscono connettività 4G/5G, Bluetooth e Wi-Fi, navigazione e intrattenimento, diagnostica del veicolo e dashboard digitali.

Di recente, Qualcomm ha aggiunto Snapdragon Ride alla sua gamma di prodotti automobilistici. Offre sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS) e funzionalità di guida autonoma limitate.

Ad oggi, i clienti di Snapdragon Ride includono General Motors, BMW, Ferrari e Renault. Arriver era un partner di Qualcomm prima dell’acquisizione.

Con questo accordo, Qualcomm non mira a fornire funzionalità senza conducente a tutti gli effetti note come autonomia di livello 4/livello 5, almeno non ancora.

Invece, punta all’autonomia di livello 2+ e di livello 3. Ciò significa che gli automobilisti rimangono al volante ma ottengono le caratteristiche di sicurezza ADAS e la funzionalità di guida autonoma limitata.

Qualcomm pensa di poter fornire tecnologie ADAS in particolare alle case automobilistiche a un costo che consentirà loro di essere incluse in molte categorie di prezzo, dal lusso all’entry level.

“Quando pensiamo all’ADAS, pensiamo che la vera opportunità sia quella di collegare il livello 2 e il livello 3 a ogni vettura”, ha affermato Cristiano Amon, amministratore delegato di Qualcomm, in una presentazione di gennaio. “Può diventare pervasivo come i sistemi di frenatura antibloccaggio e gli airbag”.

Anche l’azienda sta lavorando in piena autonomia. Ma l’azienda ritiene che potrebbero volerci anni prima che i veicoli senza conducente di livello 4/5 diventino mainstream, in parte a causa del costo della stratificazione di tecnologie ridondanti e di sicurezza e degli ostacoli normativi.

Venerdì, la società di private equity SW Partners ha chiuso l’acquisizione di Veoneer per 4,5 miliardi di dollari. Come parte dell’accordo, Qualcomm ha completato oggi l’acquisto precedentemente concordato dello stack del software Arriver e delle risorse.

“Rimaniamo impegnati a offrire soluzioni avanzate per tutti i livelli e livelli di veicoli e con le risorse di Assistenza alla guida di Arriver ora parte della piattaforma Snapdragon Ride, siamo in una posizione migliore per alimentare il futuro della guida autonoma”, ha affermato Duggal.

I partner SW ora lavoreranno per vendere il resto delle restanti attività di sensori automatici di Veoneer, che riguardano principalmente l’hardware.

Le azioni di Qualcomm hanno aperto le negoziazioni lunedì in rialzo del 2% a $ 150,54 sul Nasdaq Exchange.


©2022 The San Diego Union-Tribune.
Distribuito da Tribune Content Agency, LLC.

Articolo precedenteLe ricadute in Ucraina iniziano a ridurre le fragili economie di “frontiera”: un’analisi
Articolo successivoImprovvisamente, il più grande stakeholder di Twitter è Elon Musk di Tesla