Home Notizie recenti Ostacolato da chip, altre carenze, l’utile di GM scivola del 40% nel...

Ostacolato da chip, altre carenze, l’utile di GM scivola del 40% nel secondo trimestre

22
0

Un cartello della General Motors è stato visto nella sua struttura a Langhorne, Pennsylvania, il 16 ottobre 2019. L’utile netto del secondo trimestre di General Motors è diminuito del 40% rispetto a un anno fa, poiché la carenza di chip e componenti per computer ha ostacolato la produzione della fabbrica e ha spinto l’azienda Le vendite negli Stati Uniti sono diminuite di oltre il 15%. La casa automobilistica di Detroit ha dichiarato di aver guadagnato 1,67 miliardi di dollari da aprile 2022 a giugno 2022, in parte perché non è stata in grado di consegnare 95.000 veicoli durante il trimestre perché sono stati costruiti senza una parte o l’altra. Credito: AP Photo/Matt Rourke, file

L’utile netto del secondo trimestre di General Motors è sceso del 40% rispetto a un anno fa, poiché la carenza di chip e componenti per computer ha ostacolato la produzione della fabbrica e ha fatto scendere le vendite dell’azienda negli Stati Uniti di oltre il 15%.

La casa automobilistica di Detroit ha guadagnato 1,67 miliardi di dollari da aprile a giugno, in parte perché non è stata in grado di consegnare 95.000 veicoli durante il trimestre perché sono stati costruiti senza una parte o l’altra. L’anno scorso ha guadagnato 2,79 miliardi di dollari.

La società ha registrato un profitto rettificato di $ 1,14 per azione, inferiore alle aspettative di Wall Street per $ 1,27. I ricavi del trimestre sono aumentati del 5% a 35,76 miliardi di dollari su prezzi elevati, battendo le stime di 33,9 miliardi di dollari, secondo FactSet.

Come altre case automobilistiche, GM è stata costretta a rallentare le sue fabbriche dalla fine del 2020, in gran parte a causa della carenza globale di semiconduttori.

Nonostante il calo degli utili, GM ha mantenuto la sua guida all’utile netto per l’intero anno tra $ 9,6 miliardi e $ 11,2 miliardi. La società prevede ancora un reddito ante imposte compreso tra $ 13 miliardi e $ 15 miliardi.

“Questa fiducia deriva dalla nostra aspettativa che la produzione globale di GM e le consegne all’ingrosso aumenteranno notevolmente nella seconda metà”, ha dichiarato martedì il CEO Mary Barra in una lettera agli azionisti.

Tuttavia, Barra ha affermato che ci sono preoccupazioni per le condizioni economiche, quindi GM sta adottando misure per gestire i costi, inclusa la riduzione della spesa discrezionale e la limitazione delle assunzioni alle posizioni critiche necessarie per sostenere la crescita. “Abbiamo anche modellato molti scenari di recessione e siamo pronti ad agire deliberatamente quando e se necessario”, ha affermato Barra.

Le azioni di GM sono scese dell’1,8% prima della campana di apertura di martedì. Altre case automobilistiche hanno superato i ribassi più ampi in tutto il mercato.

Il direttore finanziario Paul Jacobson ha affermato che la società ha già iniziato a ripulire i veicoli che sono stati costruiti senza alcuni componenti e prevede ancora un aumento delle vendite ai concessionari dal 25% al ​​30% rispetto allo scorso anno. “Ci sentiamo abbastanza bene e ci sentiamo come se fossimo sulla buona strada per realizzare l’anno che avevamo deciso di fare”, ha detto.

Ha detto che la società si è ristrutturata anni fa, quindi non prevede licenziamenti come Tesla, Rivan e altre case automobilistiche.

GM ha guadagnato 2,3 miliardi di dollari al lordo delle tasse in Nord America, il suo mercato più redditizio, con un calo del 21% rispetto a un anno fa. La società ha affermato che la forte domanda, unita ai tagli alla produzione, continua a limitare le scorte dei rivenditori. Durante il trimestre, la società ha avuto solo una fornitura di veicoli da 10 a 15 giorni su lotti di concessionari, ha affermato.

In tempi normali, alle case automobilistiche piaceva avere una fornitura di 60 giorni presso i concessionari, ma ciò potrebbe cambiare mentre cercano di spostarsi maggiormente verso un modello di business di più clienti che ordinano veicoli.

La società ha registrato una perdita di reddito di 100 milioni di dollari durante il trimestre dalla sua joint venture in Cina, in gran parte causata da blocchi legati alla pandemia. Ma GM ha detto che la produzione ha iniziato a riprendersi a giugno.

La liquidità della società, misurata in contanti e linee di credito disponibili, è scesa di oltre il 10% dalla fine dell’anno a 33 miliardi di dollari.

Jacobson ha affermato che il consumo di denaro è stato temporaneo, in gran parte causato dalla tempistica delle spese nel secondo trimestre, incluso l’aumento dell’investimento di capitale. La società ha iniziato il trimestre pensando che avrebbe prodotto più veicoli di quanti ne producesse, ha affermato. “Essenzialmente tutti quei veicoli torneranno nella seconda metà”, ha detto, aggiungendo che la domanda rimane forte.

Sarà necessaria più pazienza prima che le azioni GM, che sono scese di oltre il 40% quest’anno, girino l’angolo, ha scritto l’analista CFRA Garrett Nelson.

“Ora vediamo i risultati per l’intero anno arrivare all’estremità inferiore della guida mentre lotta con l’inflazione, i problemi della catena di approvvigionamento e i volumi più deboli rispetto a un anno fa”, ha scritto Nelson.

Sempre martedì, GM ha annunciato che ha impegni per tutte le materie prime necessarie per raggiungere l’obiettivo di costruire 1 milione di veicoli elettrici all’anno entro la fine del 2025.

La società ha anche affermato di avere un accordo con LG Chem per la fornitura di nichel, cobalto, manganese e alluminio per la produzione di catodi per batterie di veicoli elettrici. LG Chem fornirà oltre 950.000 tonnellate di materiale nei prossimi otto anni. Le due società esploreranno un impianto di produzione di materiali catodici in Nord America entro la fine del 2025, hanno affermato in una nota.

GM ha anche annunciato un contratto con Livent per la fornitura di idrossido di litio per batterie da un’operazione di salamoia in Sud America per un periodo di sei anni a partire dal 2025. Anche il litio dell’azienda di Filadelfia sarà utilizzato nei catodi.

I catodi sono il polo negativo di una batteria.


© 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

Articolo precedenteLa tecnologia di deep learning consente un’ispezione di sicurezza terahertz più rapida e accurata
Articolo successivoAirbus testa l’aereo militare A400M come bombardiere d’acqua