Home Notizie recenti New York va avanti con il piano di pedaggio “congestion pricing”.

New York va avanti con il piano di pedaggio “congestion pricing”.

15
0

Il traffico congestionato da Brooklyn entra a Manhattan al largo del ponte di Williamsburg, il 28 marzo 2019, a New York. New York si avvia a diventare la prima città degli Stati Uniti ad addebitare agli automobilisti un supplemento per entrare nelle sue aree più congestionate. Credito: AP Photo/Mary Altaffer, file

New York si avvia a diventare la prima città degli Stati Uniti ad addebitare agli automobilisti un supplemento per entrare nelle sue aree più congestionate.

La Metropolitan Transportation Authority ha affermato mercoledì che una valutazione ambientale a lungo ritardata dovrebbe essere rilasciata dalle autorità di regolamentazione federali il prossimo mese, a cui seguirà audizioni pubbliche. L’MTA ha anche nominato i membri di un consiglio che deciderà i prezzi, gli sconti e le esenzioni del piano.

La pratica è comunemente indicata come tariffazione della congestione ed è stata utilizzata in città tra cui Londra, Singapore e Stoccolma. A New York, agli automobilisti che entrano a Manhattan al di sotto della 60th Street verrebbe addebitato un pedaggio elettronicamente. Le entrate, stimate in 1 miliardo di dollari all’anno, sarebbero utilizzate per sostenere prestiti per miglioramenti di capitale ai sistemi di metropolitana e autobus dell’MTA.

Mentre i passeggeri delle metropolitane di New York sono rimbalzati lentamente dalla pandemia di COVID-19 e attualmente si aggirano intorno al 60% dei livelli pre-pandemia, lo scorso anno il traffico dei veicoli su ponti e tunnel ha iniziato a tornare ai livelli normali.

I pedaggi non dovrebbero essere implementati prima della fine del prossimo anno. La legislatura di New York ha approvato un piano concettuale per la tariffazione della congestione nel 2019 e inizialmente era previsto che fosse in vigore nel 2021. Ma la pandemia e la mancanza di indicazioni da parte delle autorità di regolamentazione federali sul tipo di revisione ambientale necessaria per bloccare il progetto. Quella guida è stata fornita l’anno scorso.

New York va avanti con il piano di pedaggio

I pedoni attraversano Delancey Street mentre il traffico congestionato da Brooklyn entra a Manhattan attraverso il ponte di Williamsburg, il 28 marzo 2019, a New York. New York si avvia a diventare la prima città degli Stati Uniti ad addebitare agli automobilisti un supplemento per entrare nelle sue aree più congestionate. Credito: AP Photo/Mary Altaffer, file

L’MTA terrà una serie di audizioni alla fine del prossimo mese per raccogliere feedback. Successivamente, l’Amministrazione federale delle autostrade deve rilasciare un’approvazione finale al piano ambientale prima che il progetto possa andare avanti.

Alcuni legislatori del New Jersey hanno affermato che il piano è ingiusto perché gli automobilisti pagano già pedaggi su ponti e tunnel per entrare a New York e il denaro derivante dalla tariffazione della congestione non verrà utilizzato per migliorare il trasporto pubblico nel New Jersey. Alcuni automobilisti che pagano i pedaggi per entrare a Manhattan dal New Jersey dovrebbero ricevere sconti o essere esentati.


© 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

Articolo precedenteRiserve forex del Bangladesh sufficienti a coprire fino a 9 mesi di importazioni: PM
Articolo successivoSamsung Electronics afferma che i profitti operativi sono aumentati del 12,18% nel secondo trimestre