Home Notizie recenti Microsoft entra nella prima ondata del metaverso

Microsoft entra nella prima ondata del metaverso

56
0
Microsoft ha fornito al mondo un primo solido accenno di come il suo percorso potrebbe divergere da Facebook

Microsoft ha fornito al mondo un primo solido accenno di come il suo percorso potrebbe divergere da Facebook.

L’acquisto di Activision da 69 miliardi di dollari da parte del gigante della tecnologia statunitense Microsoft questa settimana ha scosso il settore dei videogiochi, ma l’accordo potrebbe essere ricordato come il momento in cui il metaverso è diventato mainstream.

Il metaverso è teoricamente il futuro di Internet, un mondo virtuale 3D in cui le persone potranno interagire utilizzando sensori, lenti e altri gadget.

Ma il metaverso non esiste ancora e l’uso del termine da parte di Microsoft per spiegare la pazzia non è rimasto indiscusso.

“Dovremo vedere come si svilupperà in un gioco metaverso, ma al momento non lo è”, afferma l’autore di tecnologia Tom Ffiske, editore di Immersive Wire. “È più un gioco strategico all’interno dell’industria dei giochi”.

Altri analisti lo vedono come Microsoft che copre le sue scommesse con un accordo che sarebbe redditizio con o senza il metaverso.

Ad ogni modo, l’azienda segue le orme di Facebook, che l’anno scorso ha cambiato nome in Meta in onore dell’oro che crede troverà nelle colline virtuali.

Theo Tzanidis, un accademico di marketing digitale presso l’Università della Scozia occidentale, afferma che investimenti come l’acquisizione di Microsoft fanno parte dell ‘”effetto a catena” dell’annuncio di Facebook.

Con tutti che giocano a recuperare il ritardo, Microsoft ha fornito al mondo una prima indicazione di come il suo percorso potrebbe divergere da Facebook.

‘Acquisto all’ingrosso’

Microsoft ha menzionato il “metaverso” solo due volte nella sua dichiarazione ai media che annunciava l’acquisizione, ma il capo Satya Nadella è stato più disponibile in una successiva chiamata con gli investitori.

“Quando pensiamo alla nostra visione di cosa può essere un metaverso, crediamo che non ci sarà un unico metaverso centralizzato e non dovrebbe esserci”, ha detto Nadella, secondo diversi resoconti nei media statunitensi.

Facebook ha promosso più di un concetto senza confini in cui tutti interagiscono in un unico spazio.

Visioni diverse a parte, le due aziende non sembrano ancora essere in conflitto diretto.

Tzanidis afferma che l’impero dei social media di Facebook significa che deve solo migliorarlo con la tecnologia, costruendo il suo impero dal basso verso l’alto.

Microsoft sta operando un approccio dall’alto verso il basso, “acquistando in blocco” porzioni di proprietà intellettuale e collegandole al suo impero di servizi cloud e aziendali esistente.

“Non sarei sorpreso se emergesse una collaborazione silenziosa”, afferma Tzanidis.

Il massiccio accordo Activision suggerisce anche il cambiamento di pensiero in Microsoft.

Il gigante statunitense aveva precedentemente etichettato “metaverse” su una versione modificata della sua applicazione Teams che presentava avatar.

Separatamente, aveva anche lanciato l’idea di un “metaverso di impresa”, ma senza elaborare.

Ora l’obiettivo sembra essere l’acquisizione di società che hanno già un’offerta “simile al metaverso”, afferma Scott Kessler, analista di Third Bridge.

“Quando le persone parlano della prima fase del metaverso e di dove saranno le opportunità, le persone pensano in gran parte alla categoria dei giochi”, afferma.

“Alcune delle risorse di Activision Blizzard combaciano abbastanza bene con… questa prima vera ondata del metaverso.”

Lago di pesce grosso

Con Facebook saldamente agganciato all’albero maestro del metaverso e Microsoft che si affretta a seguirne l’esempio, c’è un notevole silenzio da parte degli altri giganti della Silicon Valley.

Google, Amazon e Apple hanno, almeno in pubblico, mantenuto le distanze.

L’autore Ffiske suggerisce che almeno Amazon è famoso per la pianificazione meticolosa e potrebbe benissimo lavorare su qualcosa internamente, ma solo aspettando il momento giusto.

Kessler rischia che Microsoft possa aver programmato il suo salto nel metaverso sapendo che i suoi rivali sono ostacolati da sfide legali e normative in tutto il mondo.

Ciò lascia un ecosistema di due giganti con grandi visioni e molte piccole società di nicchia.

Ffiske indica Unity ed Epic, due aziende i cui strumenti vengono utilizzati da coloro che creano mondi di gioco 3D.

“Stiamo solo vedendo molte opinioni e pensieri mentre abbiamo un intero gruppo di ingegneri che costruiscono silenziosamente le basi”, dice.

“Quello che stanno costruendo saranno le basi di ciò di cui discuteremo dopo”.


© 2022 AFP

Articolo precedentePrima dell’infezione, i vaccini forniscono la migliore protezione da COVID
Articolo successivoLa nuova tecnica di microscopia elettronica potrebbe abbreviare lo sviluppo di vaccini e terapie con anticorpi monoclonali