Home Notizie recenti Luoghi di consegna alternativi possono essere opzioni praticabili per compensare gli impatti...

Luoghi di consegna alternativi possono essere opzioni praticabili per compensare gli impatti negativi dell’aumento delle consegne a domicilio

142
0

Credito: CC0 Pubblico Dominio

Poiché la domanda di consegne a domicilio dagli acquisti online continua ad aumentare, crescono anche problemi come la congestione del traffico, le violazioni dei parcheggi e l’inquinamento atmosferico causato dai camion delle consegne, in particolare nelle aree urbane dense e congestionate.

Per contrastare questi effetti collaterali negativi, le aziende stanno esplorando diverse opzioni per far arrivare i pacchi alle persone che li hanno ordinati. Luoghi di consegna alternativi (ADL) come armadietti di consegna come Hub Locker di Amazon, negozi postali o partnership tra negozi fisici e società di consegna come UPS Access Point sono state sviluppate come soluzioni praticabili.

In una ricerca pubblicata di recente, Cara Wang, professore associato presso il Dipartimento di ingegneria civile e ambientale del Rensselaer Polytechnic Institute, e Woojung Kim, uno studente di dottorato nello stesso dipartimento del Rensselaer, hanno scoperto che alcuni, ma non tutti i consumatori accetteranno di andare al ADL per ricevere i loro pacchi piuttosto che farli consegnare direttamente alla loro porta di casa.

Utilizzando la modellazione computerizzata avanzata insieme al database del New York City 2018 Department of Transportation Citywide Mobility Survey, gli studiosi hanno scoperto che le persone che ricevono più pacchi sono in realtà tra le meno propense a utilizzare le ADL.

La ricerca ha anche mostrato che le persone che hanno maggiori probabilità di utilizzare le ADL sono quelle di gruppi sottorappresentati che non ricevono molti pacchetti.

“C’è un gruppo target di frequenti acquirenti online che è più un onere per il sistema di trasporto merci e l’ambiente in generale”, ha affermato il dottor Wang. “Attraverso la nuova tecnologia o lo sviluppo di incentivi, le città devono trovare un modo per incoraggiare le comunità a comprendere i vantaggi delle ADL”.

Un’altra domanda esplorata dai ricercatori è la distanza che le persone percorreranno fino a un ADL per recuperare la consegna. La loro ricerca ha mostrato che i maschi e gli studenti a tempo pieno sono più disposti a viaggiare più lontano mentre le persone che vivono in appartamenti o le persone anziane sono meno disposte a viaggiare per più di due isolati.

“È chiaro dai dati che, poiché popolazioni diverse utilizzano le ADL in modo diverso, i pianificatori dei trasporti non possono implementare una soluzione valida per tutti i quartieri, ogni città”, ha affermato il dottor Wang. “Siamo lontani dal trovare tutte le risposte, ma i risultati di questa ricerca possono aiutare i responsabili politici nelle aree urbane dense a definire meglio strategie riguardanti le ADL come un modo per mitigare le esternalità negative generate dai veicoli per le consegne”.

Il documento, “L’adozione di luoghi di consegna alternativi a New York: chi e quanto lontano”, è stato recentemente pubblicato in Ricerca sui trasporti Parte A: Politica e pratica. È il primo studio che indaga in modo completo i comportamenti sull’ADL dal punto di vista degli utenti.


Articolo precedenteImpatto dello standard sui combustibili rinnovabili (RFS) sulla produzione di biocarburanti mostrato nello studio
Articolo successivoLa “batteria di congelamento-scongelamento” è in grado di preservare la propria energia