Home Notizie recenti L’informatore di Facebook lancia un’organizzazione no profit per affrontare la grande tecnologia

L’informatore di Facebook lancia un’organizzazione no profit per affrontare la grande tecnologia

12
0
Il primo progetto di una nuova organizzazione no profit lanciata dall'informatrice di Facebook Frances Haugen sarà la creazione di un database open source

Il primo progetto di una nuova organizzazione no profit lanciata dall’informatrice di Facebook Frances Haugen sarà la creazione di un database open source dei modi in cui la grande tecnologia sta venendo meno ai suoi “obblighi legali ed etici” nei confronti della società.

L’informatrice Frances Haugen, un’ex ingegnere di Facebook che ha fatto trapelare documenti che suggeriscono che l’azienda antepone i profitti alla sicurezza, ha lanciato giovedì un’organizzazione dedicata alla lotta ai danni causati dai social media.

La nuova organizzazione no profit Beyond the Screen ha affermato che il suo primo progetto sarà quello di documentare i modi in cui la grande tecnologia sta fallendo nei suoi “obblighi legali ed etici nei confronti della società” e aiutare a trovare modi per risolvere questi problemi.

“Possiamo avere social media che tirano fuori il meglio di noi, ed è a questo che sta lavorando Beyond the Screen”, ha detto Haugen in una nota.

“Beyond the Screen si concentrerà su soluzioni tangibili per aiutare gli utenti ad ottenere il controllo della nostra esperienza sui social media”.

Haugen l’anno scorso ha fatto trapelare risme di studi interni che mostravano che i dirigenti sapevano del potenziale danno del loro sito, spingendo gli Stati Uniti a rinnovare la spinta alla regolamentazione.

Haugen ha sostenuto che il titano della tecnologia, che da allora si è rinominato Meta, ha messo i profitti sulla sicurezza. Meta ha reagito all’accusa.

L’organizzazione no profit di Haugen ha affermato che collaborerà con gruppi tra cui Common Sense Media e Project Liberty che condividono un “impegno a supportare social media più sani”.

Il primo progetto di Beyond the Screen “rappresenta uno sforzo audace, inclusivo e tanto necessario per guidare un cambiamento sismico nel modo in cui operano i social media”, ha affermato il fondatore di Project Liberty Frank McCourt, secondo la dichiarazione di Beyond the Screen.

“Non vediamo l’ora di lavorare con Frances e il suo team per lanciare questa nuova iniziativa e portare avanti il ​​nostro obiettivo condiviso di abilitare comunità digitali più sane e fermare modelli di business dannosi”.

Da quando ha lasciato Facebook nel 2021, Haugen ha sostenuto negli Stati Uniti e in altri paesi una legislazione intesa a rendere più sicure le piattaforme di social media, in particolare per i giovani.


© 2022 AFP

Articolo precedenteI ricercatori scoprono come stampare in 3D uno degli acciai inossidabili più resistenti
Articolo successivoVerso una norma europea sull’impronta di carbonio per le batterie