Home Notizie recenti Le funzionalità di guida autonoma rendono davvero le strade più sicure?

Le funzionalità di guida autonoma rendono davvero le strade più sicure?

28
0

Credito: Pixabay/CC0 di dominio pubblico

Negli ultimi anni, più veicoli includono funzionalità di guida parzialmente autonoma, come rilevatori di angoli ciechi, frenata automatica e rilevamento della corsia, che si dice aumentino la sicurezza. Tuttavia, un recente studio condotto da ricercatori dell’Università del Texas ad Austin rileva che alcuni di questi vantaggi in termini di sicurezza possono essere compensati dalle persone che guidano di più, intasando così le strade ed esponendosi a più potenziali incidenti.

Lo studio, pubblicato di recente in Ricerca sui trasporti Parte A—Politica e pratica, hanno scoperto che i conducenti con una o più di queste caratteristiche autonome hanno riportato miglia percorse più elevate rispetto a quelli con profili simili che non le avevano. Questo è importante, perché le miglia percorse sono uno dei più, se non il più, significativo predittore di incidenti. Più guidi, più è probabile che tu vada in crash.

“Quello che abbiamo mostrato, senza alcuna ambiguità nei nostri risultati, è che dopo aver abbracciato le caratteristiche autonome, le persone tendono a guidare di più”, ha affermato Chandra Bhat, uno degli autori del progetto e professore presso il Dipartimento di Civile, Architettura della Cockrell School of Engineering e Ingegneria Ambientale. “Ci sono certamente vantaggi ingegneristici in queste caratteristiche di sicurezza, ma sono in buona misura compensati perché le persone guidano di più ed sono più esposte”.

Molti studi hanno esaminato il futuro e l’impatto dei veicoli completamente autonomi, che non sono stati ancora realizzati. Tuttavia, pochi studi hanno studiato l’impatto di caratteristiche parzialmente autonome già esistenti, ha affermato Katherine Asmussen, la studentessa autrice dello studio. Il rapporto solleva interrogativi sui problemi di sicurezza relativi ai veicoli autonomi, tra segnalazioni di preoccupazioni su queste tecnologie, ha affermato Aupal Mondal, un altro studente autore dello studio. Bhat afferma che i veicoli autonomi non sono una panacea per tutti i mali del traffico e la convinzione che risolveranno tutti i nostri problemi di traffico e sicurezza è un pio desiderio.

Sicuramente, ci saranno miglioramenti della sicurezza dovuti ai veicoli autonomi, ha detto Bhat. Ma tutti questi proclami di massicci miglioramenti al traffico grazie ai veicoli autonomi rimangono puramente speculativi.

“Ci sono molti problemi coinvolti, incluso potenzialmente un gran numero di viaggi ‘vuoti’ quando gli AV lasciano un membro della famiglia e poi tornano a casa vuoti per portare un altro membro della famiglia altrove”, ha detto Bhat. “Dobbiamo pensare costantemente alle conseguenze indesiderate degli sviluppi tecnologici”.

Lo studio ha rilevato che tra le diverse funzionalità autonome analizzate, ognuna di esse ha aumentato le miglia percorse dal veicolo tra il 5% e l’11%, rispetto ai conducenti che non avevano la funzionalità. Le caratteristiche analizzate sono state i sistemi di assistenza alla corsia, le telecamere di backup, il cruise control adattivo, la frenata automatica e il monitoraggio degli angoli ciechi.

I ricercatori hanno intervistato 978 residenti nell’area di Austin e li hanno ordinati in gruppi in base alle miglia percorse ogni anno, con una gamma da meno di 5.000 miglia fino a 40.000. Hanno misurato fattori come reddito, età, sesso, razza e opinioni sui veicoli autonomi e sulla guida in generale.

Ecco alcuni dei risultati del rapporto:

  • Le telecamere di backup erano la funzione di assistenza più comune nel sondaggio, con quasi il 51% dei conducenti che ne aveva una. Le telecamere di backup sono ora obbligatorie a livello federale per essere incluse nelle nuove auto.
  • La combinazione che ha portato al maggior aumento delle miglia percorse proveniva da veicoli con telecamere di backup, cruise control adattivo e frenata automatica a poco meno del 19%.
  • I veicoli con solo il sistema di frenata automatica hanno visto il più piccolo aumento delle miglia percorse con appena il 5%.
  • Le donne avevano maggiori probabilità di utilizzare ogni caratteristica e combinazione di caratteristiche indipendentemente dall’età.

Si uniscono a Bhat nel progetto Katherine Asmussen e Aupal Mondal del Dipartimento di Ingegneria Civile, Architettonica e Ambientale.


Articolo precedenteLo studio esamina la qualità della vita degli anziani prima e dopo l’inizio della dialisi
Articolo successivoDecodifica dei fotopletismogrammi per ampliare la portata delle tecnologie di monitoraggio della salute