Lavoratori in un negozio di pollame con un codice QR per la piattaforma di pagamento digitale Paytm in mostra

Lavoratori in un negozio di pollame con un codice QR per la piattaforma di pagamento digitale Paytm in mostra.

Sumit Gupta ha avuto un grande anno: compiere 30 anni, sposarsi e vedere la sua startup diventare uno dei più recenti unicorni tecnologici dell’India.

Ostacolato dalla pandemia di coronavirus e troppo impegnato a espandere e ottenere finanziamenti per la sua piattaforma di criptovaluta CoinDCX, il suo team ha finalmente trascorso alcuni giorni sulla spiaggia di Goa per festeggiare di recente.

“È stato molto piacevole per tutti”, ha detto Gupta all’AFP. “È stato un viaggio molto, molto emozionante. Ho imparato molto… Il futuro dell’India è molto luminoso”.

Quest’anno 44 unicorni indiani – startup private valutate oltre $ 1 miliardo – sono stati coniati mentre gli investitori accumulavano denaro in un paese a lungo trascurato nonostante il suo vasto potenziale.

I fondi esteri hanno investito più di 35 miliardi di dollari in startup indiane nel 2021, il triplo rispetto al 2020, secondo i dati compilati da Tracxn, acquistando qualsiasi cosa, dal fintech alla salute ai giochi.

Gli investitori stranieri preferiscono da tempo la Cina, altro Paese asiatico con più di un miliardo di abitanti.

Ma il giro di vite di Pechino sulla crescita sfrenata nel potente settore Internet cinese e il controllo delle grandi imprese hanno spaventato gli investitori e spazzato via miliardi di giganti come Baidu, Alibaba e Tencent.

Nello spazio delle startup, gli investitori quest’anno hanno investito $ 54,5 miliardi in aziende cinesi, in calo rispetto ai $ 73 miliardi nel 2020, secondo l’analisi di GlobalData.

L’India, al contrario, è diventata più attraente, con il suo ampio pool di imprenditori ben istruiti che ha ribaltato il numero di aziende che lavorano utilizzando un’infrastruttura digitale in rapido sviluppo.

“Credo nel futuro dell’India”, ha detto il fondatore di Softbank Masayoshi Son.

“L’India è davvero l’ultima frontiera in cui le imprese possono attrarre un sesto della popolazione mondiale”, ha affermato Siddharth Mehta, fondatore della società di investimento Bay Capital Partners.

“Penso che l’India sia circa 13-14 anni indietro rispetto alla Cina in termini di dimensioni e scala del mercato. Il mercato digitale complessivo dell’India è di circa $ 100 miliardi oggi, ma quel numero può facilmente essere di un trilione o di $ 2 trilioni nei prossimi 10 a 15 anni”.

“L’India sarà fantastica”

Tra quelli attratti ci sono la giapponese Softbank, che quest’anno ha investito 3 miliardi di dollari in India, così come le cinesi Jack Ma e Tencent e le statunitensi Sequoia Capital e Tiger Global.

“Credo nel futuro dell’India. Credo nella passione dei giovani imprenditori indiani. L’India sarà fantastica”, ha detto il fondatore di Softbank Masayoshi Son all’inizio di questo mese.

Anche la tecnologia indiana ha registrato un numero record di offerte pubbliche iniziali quest’anno.

Le aziende che si sono quotate in borsa includevano l’app di consegna di cibo Zomato e la piattaforma di prodotti di bellezza Nykaa, che quotavano enormi premi ai loro prezzi IPO e rendevano miliardari i loro fondatori.

Al loro massimo di ottobre, le azioni indiane hanno guadagnato oltre il 125 percento dal minimo di aprile 2020, diventando uno dei mercati azionari con le migliori performance al mondo.

La piattaforma di prodotti di bellezza Nykaa è stata quotata con un enorme premio rispetto al suo prezzo IPO

La piattaforma di prodotti di bellezza Nykaa è stata quotata con un enorme premio rispetto al suo prezzo IPO.

Nessun profitto

Ma alcuni esperti avvertono che molte di queste aziende potrebbero essere gravemente sopravvalutate.

Ad esempio, il gigante fintech locale Paytm, la più grande IPO dell’anno, deve ancora realizzare un profitto e il suo prezzo delle azioni è inferiore di circa il 40% rispetto alla sua valutazione IPO.

L’anno eccezionale per le startup in India maschera anche seri problemi per un’economia che lotta per fornire lavoro ai 10 milioni di giovani che entrano nel mondo del lavoro ogni anno.

Alla disperata ricerca di un impiego, molti accettano lavori “gig economy” a basso salario, guadagnando fino a 300 rupie ($ 4) al giorno con poca o nessuna sicurezza del lavoro.

Ma per i colletti bianchi nel settore delle startup, quest’anno la domanda di lavoratori qualificati ha superato l’offerta.

A filo di denaro, le aziende competono per reclutare e trattenere i migliori talenti, offrendo denaro, azioni e persino motociclette e biglietti per le partite di cricket come incentivi.

“I reclutatori ci contattano continuamente”, ha detto un dipendente tecnico all’AFP a condizione di anonimato.

“Gli stipendi sono aumentati nell’ultimo anno e sembra che tutti stiano assumendo. Le persone cambiano costantemente lavoro”.

Gupta di CoinDCX, fresco di vacanza al mare, è stato ottimista.

“Se rimani persistente, è molto possibile creare un unicorno, soprattutto se vivi in ​​un paese come l’India, che è pieno di opportunità”, ha detto.


© 2021 AFP

Articolo precedenteSantander UK distribuisce 130 milioni di sterline per errore del giorno di Natale
Articolo successivoLe imprese straniere si preoccupano per l’entrata in vigore della legge sull’importazione di cibo dalla Cina