Home Notizie recenti La signora Pac-Man apre la strada alla World Video Game Hall of...

La signora Pac-Man apre la strada alla World Video Game Hall of Fame

53
0

Questa foto fornita dalla World Video Game Hall of Fame mostra Ms. Pac-Man, Dance Dance Revolution, Sid Meier’s Civilization e The Legend of Zelda: Ocarina of Time. Più di 40 anni dopo aver aperto la strada ai personaggi femminili dei videogiochi, la signora Pac-Man è stata inserita giovedì 5 maggio 2022 nella World Video Game Hall of Fame, insieme a Dance Dance Revolution, The Legend of Zelda: Ocarina of Time e Civiltà di Sid Meier. Credito: World Video Game Hall of Fame tramite AP

Più di 40 anni dopo aver aperto la strada ai personaggi femminili dei videogiochi, la signora Pac-Man è stata inserita giovedì nella World Video Game Hall of Fame, insieme a Dance Dance Revolution, The Legend of Zelda: Ocarina of Time e Sid Meier’s Civilization.

La Hall of Fame considera ogni anno giochi elettronici di tutti i tipi: arcade, console, computer, palmari e mobili. I candidati sono riconosciuti per la loro popolarità e influenza nel tempo sull’industria dei videogiochi o sulla cultura pop.

Il gioco arcade Ms. Pac-Man è stato rilasciato nel 1981 come seguito di Midway a Pac-Man, che è entrato nella sala come parte della lezione inaugurale nel 2015. Il sequel di Pac-Man ha reinventato il personaggio principale per riconoscere la donna del gioco originale fan, secondo la sala. Dopo aver venduto 125.000 cabinet nei primi cinque anni, è diventato uno dei giochi arcade più venduti di tutti i tempi.

Non c’era nulla di intrinsecamente di genere nei primi videogiochi, ha affermato Julia Novakovic, archivista senior presso la sala. Ma “offrendo il primo personaggio femminile di un videogioco ampiamente riconosciuto”, ha detto, “la signora Pac-Man ha rappresentato una svolta nella conversazione culturale sul posto delle donne nelle sale giochi, così come nella società in generale”.

La Classe del 2022 è stata scelta da un gruppo di finalisti che includeva anche Assassin’s Creed, Candy Crush Saga, Minesweeper, NBA Jam, PaRappa the Rapper, Resident Evil, Rogue e Words with Friends. È l’ottava classe ad essere inserita da quando è stata istituita la World Video Game Hall of Fame presso lo Strong National Museum of Play di Rochester, New York.

Dance Dance Revolution di Konami, visto per la prima volta nelle sale giochi in Giappone nel 1998, è stato riconosciuto per aver contribuito ad aprire la strada ad altri giochi incentrati sulla musica come Guitar Hero e Rock Band. Il frenetico gioco mette i giocatori su una pista da ballo con uno schermo davanti per dirigere le loro mosse.

“La musica è stata parte integrante della vita umana sin dalla preistoria, quindi non sorprende che la DDR godesse di una popolarità unica che abbracciava età, generi e regioni”, ha affermato la curatrice di videogiochi Lindsey Kurano.

Una versione casalinga del gioco è seguita su Sony PlayStation nel 1999.

The Legend of Zelda: Ocarina of Time, anch’esso pubblicato per la prima volta nel 1998, è uscito per la console di gioco Nintendo 64 e ha definito cosa potrebbe essere un videogioco d’azione 3D, hanno detto i funzionari della Hall of Fame. Il pluripremiato gioco ha venduto più di 7,6 milioni di copie in tutto il mondo e continua ad essere riconosciuto da alcuni giocatori e critici come uno dei migliori videogiochi mai realizzati.

“Ancora oggi, gli sviluppatori di tutto il mondo attribuiscono a The Legend of Zelda: Ocarina of Time il merito di aver influenzato il modo in cui creano giochi”, ha affermato il curatore di giochi digitali Andrew Borman. “Il vasto mondo 3D del gioco, il combattimento fluido, gli enigmi complessi e la storia che cambia nel tempo si combinano per ispirare una meraviglia nei giocatori che non hanno mai dimenticato”.

Sid Meier’s Civilization, pubblicato nel 1991, è stato riconosciuto come un influente gioco di simulazione e strategia. Il gioco, che invitava i giocatori a sviluppare i propri imperi, ha lanciato una serie di giochi successivi, inclusi i più recenti Civilization: Beyond Earth e Civilization VI.

“La natura avvincente del gioco, che lo stesso creatore Sid Meier ha chiamato la qualità ‘un giro in più’, e le sue scelte quasi illimitate che impedivano il gameplay ripetitivo, hanno fatto guadagnare a Civilization il riconoscimento di Computer Gaming World come il miglior videogioco di tutti i tempi nel 1996, ” ha affermato Jon-Paul Dyson, direttore del Centro internazionale per la storia dei giochi elettronici di The Strong. “Complessivamente, e dati i periodi di gioco straordinariamente lunghi offerti dal gioco, i giocatori si sono impegnati con la serie Civilization per più di un miliardo di ore”.

Chiunque può nominare un gioco per la World Video Game Hall of Fame. Le selezioni finali vengono effettuate su consiglio di giornalisti, studiosi e altri con conoscenza della storia dei videogiochi e del loro ruolo nella società.


© 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

Articolo precedenteMusk si assicura $ 7,1 miliardi per finanziare l’accordo su Twitter
Articolo successivoUtilizzo dell’IA per analizzare grandi quantità di dati biologici