Home Notizie recenti La passeggiata sul tetto del porto olandese mostra il futuro post-climatico

La passeggiata sul tetto del porto olandese mostra il futuro post-climatico

45
0

Lo skywalk presenta un ponte aereo, turbine eoliche, pannelli solari, gallerie d’arte, una piattaforma di atterraggio per droni e un campo.

Mentre uno dei paesi più densamente popolati del mondo è alle prese con il cambiamento climatico, gli olandesi stanno salendo sui tetti.

Un’organizzazione nella città portuale di Rotterdam ha costruito una passerella che collega i tetti della zona commerciale del centro per mostrare come potrebbe essere il futuro.

Da un villaggio alle aree per la coltivazione del cibo e lo stoccaggio dell’acqua piovana, l’associazione “Rooftop Days” mostra come sbloccare lo spazio inutilizzato del porto più grande d’Europa.

“Vogliamo che le persone sperimentino quanto è bello essere su un tetto e quale spazio abbiamo lì sopra la città”, ha detto ad AFP il direttore dei Rooftop Days Leon van Geest.

“Stiamo utilizzando solo il tre per cento del pieno potenziale dei tetti piatti che abbiamo qui nella nostra città”.

Lo skywalk arancione brillante corre per circa 600 metri (1.969 piedi), con una sezione “airbridge” da togliere il cuore che collega il World Trade Center della città a un grande magazzino, a 29,5 metri sopra il livello della strada.

La passeggiata, aperta fino al 24 giugno, comprende anche turbine eoliche, pannelli solari, gallerie d’arte e una piattaforma di atterraggio per droni.

Se in futuro le autorità cittadine daranno l’approvazione per un villaggio sul tetto su larga scala, si prevede che includerà colture e piccole case costruite con materiali sostenibili.

‘Opportunità unica’

Con circa un terzo della sua terra situata al di sotto di un livello del mare che si alza ogni anno, i Paesi Bassi sono diventati un leader mondiale nell’adattamento ai cambiamenti climatici.

L’urgenza è ancora maggiore per gli olandesi dato che i 17 milioni di abitanti della nazione sono schiacciati nel paese più densamente popolato d’Europa dopo la piccola Monaco, la Città del Vaticano, Malta e San Marino.

Conosciuta per la sua audacia architettonica nei decenni successivi al suo smantellamento durante la seconda guerra mondiale, la stessa Rotterdam è una sorta di pioniere per i Paesi Bassi, che utilizzano solo l’1,8% circa dello spazio sul tetto.

La trasformazione della città potrebbe richiedere decenni, ma van Geest si dice “convinto che questo diventerà una realtà”.

Man mano che la popolazione olandese diventa sempre più urbana, “lo spazio sta diventando un bene raro in città, quindi dovremo sfruttare il tetto”, ha aggiunto.

Gli abitanti di Rotterdam si stanno godendo il cambio di prospettiva.

“È un’opportunità unica per vedere Rotterdam da una distanza maggiore”, ha approvato il 69enne Harry Schouten.

‘Tetti intensi’

I “Rooftop Days” durano da sei anni e l’ultimo mette in evidenza alcune delle idee di maggior successo per un futuro adattato al clima.

Tra questi il ​​”Rooftop Field”, un’area di 1.000 metri quadrati al sesto piano di un edificio che coltiva ortaggi, frutta e fiori commestibili.

Il fondatore Emile van Rinsum, direttore del Rotterdam Environment Centre, ha affermato che la sua organizzazione ha creato il campo quasi 10 anni fa sul tetto dell’edificio in cui si trovano i loro uffici.

“È davvero bello” lavorare a poche scale da uno spazio così verde nel cuore della seconda città dei Paesi Bassi, ha detto.

Uno dei suoi scopi principali è quello di immagazzinare l’acqua, poiché i cambiamenti climatici rendono i livelli delle precipitazioni stagionali sempre più imprevedibili.

“Su questo tetto possiamo già immagazzinare 60.000 litri di acqua”, ha detto Van Rinsum.

Parte dei prodotti coltivati ​​lì viene consegnata ai ristoranti di Rotterdam, mentre un ristorante allestito vicino al campo si sta rivelando “molto popolare”.

“Li chiamiamo ‘tetti intensivi’ su cui puoi camminare o, ad esempio, coltivare cibo come facciamo noi, e questo è molto importante per una città”, ha detto.


© 2022 AFP

Articolo precedenteIl Giappone prevede di riprendere gli sconti sul turismo man mano che il Covid si attenua: rapporto
Articolo successivoL’EPA aumenta la quantità di etanolo che deve essere miscelato con il gas