Home Notizie recenti La nuova startup crea software di controllo qualità per la produzione additiva,...

La nuova startup crea software di controllo qualità per la produzione additiva, i processi di stampa 3D

94
0

Una stampante 3D Markforged Metal X crea uno strumento in acciaio inossidabile nell’Herbert C. Brown Laboratory of Chemistry della Purdue University. Araqev, una startup collegata a Purdue, ha sviluppato un software per stampare prodotti in poche iterazioni di progettazione, riducendo gli scarti e i tempi di lavorazione. Credito: foto della Purdue Research Foundation/Steve Martin

Aerospaziale, automobilistico, prodotti di consumo, dispositivi medici, difesa nazionale e altri settori che utilizzano la produzione additiva e le tecnologie di stampa 3D potrebbero trarre vantaggio dal software di controllo qualità commercializzato da Araqev, una società collegata alla Purdue University.

Il software di Araqev aiuta gli utenti finali a stampare prodotti in poche iterazioni di progettazione, riducendo il materiale di scarto e i tempi di lavorazione, eliminando le frustrazioni con la stampa 3D e migliorando la soddisfazione per i prodotti stampati finali. Arman Sabbaghi, professore associato presso il Dipartimento di Statistica di Purdue presso il College of Science, è l’amministratore delegato e presidente di Araqev.

“Stimiamo che il problema del controllo qualità con la produzione additiva può portare a quasi 2 miliardi di dollari di perdite globali all’anno sulla base di un modello per i costi di produzione dei sistemi di produzione additiva in metallo che è stato sviluppato da Baumers, Dickens, Tuck e Hague nel loro documento del 2016 pubblicato sulla rivista peer-reviewed Previsione tecnologica e cambiamento sociale”, ha detto Sabbaghi.

Per utilizzare il software Araqev, i clienti caricano i file di progettazione nominali e i dati della nuvola di punti scansionati dai loro prodotti stampati.

“Il nostro software utilizza questi input per adattarsi a modelli di apprendimento automatico in grado di simulare deviazioni di forma per futuri prodotti stampati”, ha affermato Sabbaghi. “Inoltre, i modelli di apprendimento automatico consentono al nostro software di derivare modifiche ai progetti nominali, noti come piani di compensazione, in modo che quando i progetti modificati vengono stampati, mostrino meno deviazioni di forma rispetto al caso in cui vengono stampati i progetti originali”.

Gli algoritmi di Araqev consentono anche il trasferimento di conoscenze codificate tramite modelli di apprendimento automatico su diversi materiali, stampanti e forme in un sistema di produzione additiva.

“Ciò significa che il nostro software consente a un cliente di migliorare la qualità dell’intero sistema su una piattaforma completa”, ha affermato Sabbaghi.

“La potenza e l’economicità dei nostri algoritmi sono state recentemente dimostrate tramite due esperimenti di convalida per la stampante 3D Markforged Metal X che hanno coinvolto prodotti in acciaio inossidabile 17-4 PH”, ha affermato Sabbaghi. “I nostri algoritmi hanno ridotto le imprecisioni di forma dal 30% al 60%, a seconda della geometria in un massimo di due iterazioni, con tre forme di addestramento e una o due forme di test per una geometria specifica coinvolta nelle iterazioni”.

Araqev sta stabilendo partnership dirette con produttori di stampa 3D e aziende che utilizzano stampanti 3D che secondo Sabbaghi ​​consentiranno all’azienda di scalare rapidamente.

“Stabiliremo contratti di licenza dopo aver dimostrato alle aziende i risparmi e i vantaggi che possiamo offrire per i loro processi”, ha affermato Sabbaghi. “Questi partner incorporeranno il nostro software nei loro sistemi e lo venderanno ai loro clienti, il che ci fornisce un canale clienti significativo”.


Articolo precedenteUno studio rileva che l’eolico offshore potrebbe ridurre i costi energetici nel New England
Articolo successivoValutazione automatizzata della qualità dell’immagine della patologia