Il CES del Tech fest torna a Las Vegas questa settimana

Il CES del Tech Fest torna a Las Vegas questa settimana.

Il Consumer Electronics Show (CES), una delle più grandi fiere del mondo, torna di persona a Las Vegas questa settimana sotto una nuova pandemia che ha sovraccaricato l’industria ma minaccia la sua expo ridimensionata.

Diverse aziende, tra cui Amazon, BMW e Microsoft, hanno ridotto o annullato la loro partecipazione poiché il numero di casi COVID-19 ha battuto i record, ma gli organizzatori hanno affermato che erano in vigore protocolli di sicurezza per migliaia di partecipanti previsti.

Mascherine e prove di vaccinazione sono necessarie allo spettacolo che si apre mercoledì ed è stato ridotto di un giorno per terminare venerdì, con gli espositori previsti in calo di oltre la metà a circa 2.200 dall’ultimo CES di persona.

“Siamo fiduciosi che i partecipanti e gli espositori possano avere un evento socialmente distanziato ma utile e produttivo a Las Vegas”, hanno detto gli organizzatori ad AFP in una e-mail, rifiutandosi di dichiarare il numero di cancellazioni.

Ma alcuni esperti hanno esortato alla prudenza e ai test quotidiani, poiché non tutti i partecipanti possono contare sul rispetto delle regole sull’uso della maschera.

“Un evento al coperto con migliaia di persone in questo momento comporta dei rischi, anche con i requisiti di vaccinazione e mascheramento”, ha detto all’AFP Vincent Rajkumar, professore di medicina presso la Mayo Clinic.

Lo showfloor – che gli organizzatori ammettono che potrebbe essere pieno di lacune dopo le cancellazioni – doveva includere la tecnologia più in voga, come veicoli autonomi, voli spaziali commerciali, beni digitali NFT, strumenti per il lavoro da casa e la solita gamma di gadget.

Non partecipare

Big Tech è stato un grande vincitore durante la pandemia, con social media, e-commerce e uno stuolo di servizi online che accumulano montagne di utenti e denaro mentre le persone sono rimaste a casa, ma uno dei suoi conclavi distintivi è andato meno bene.

Lo spettacolo del 2022 doveva essere il trionfante ritorno di un evento che ha ospitato circa 170.000 persone e oltre 4.500 espositori in uno degli ultimi grandi eventi statunitensi prima che il blocco del virus colpisse nel 2020.

L’evento dell’anno scorso era solo online, con gli organizzatori che affermavano che “non era possibile convocare in sicurezza decine di migliaia di persone a Las Vegas”.

Ma quando l’ondata di casi COVID alimentata dalla variante Omicron ha iniziato a crescere a dicembre, i nomi principali hanno iniziato a ritirarsi o a ridimensionarsi.

Il fornitore di servizi cellulari statunitense T-Mobile ha annunciato che la “grande maggioranza” del suo team non avrebbe partecipato e ha annullato il discorso del CEO Mike Sievert, citando cautela.

“Stiamo dando la priorità alla sicurezza del nostro team e degli altri partecipanti con questa decisione”, ha affermato la società in un comunicato del 21 dicembre.

Ma gli organizzatori stanno portando avanti lo spettacolo di persona, notando che migliaia di aziende più piccole hanno investito denaro per partecipare.

“Siamo consapevoli delle preoccupazioni che il CES potrebbe essere un evento in cui la variante Omicron può diffondersi”, ha scritto in un articolo Gary Shapiro, presidente e CEO del gruppo che gestisce CES.

“Ma con misure di sicurezza significative e un minor numero di persone, c’è molto spazio per i partecipanti alla distanza sociale”, ha aggiunto, citando anche i requisiti di maschera e vaccino.

‘Sentirsi sicuro’

Keri Althoff, epidemiologo presso la Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health, ha notato gli sforzi per la sicurezza degli organizzatori, ma anche il rischio.

“Un raduno di massa di queste dimensioni prevalentemente al chiuso non sembra una buona idea”, ha detto al Wall Street Journal.

Tra i 2.200 espositori attesi ci sono aziende come Sierra Space, che sta costruendo uno “spazioplano” riutilizzabile per trasportare umani e rifornimenti da e verso la Terra.

“Ci sentiamo davvero al sicuro ad esporre lì”, ha detto all’AFP Neeraj Gupta, direttore generale delle destinazioni spaziali dell’azienda. “Sentiamo davvero che sia importante essere lì di persona”.

A loro si uniranno le aziende che pubblicizzano TV, tecnologia indossabile e persino un utensile alimentare che viene promosso come miglioramento del sapore, insieme ad altre volte alle principali preoccupazioni dell’umanità.

Il produttore di attrezzature agricole John Deere dovrebbe svelare novità sulle macchine autonome e una start-up olandese ha l’idea di utilizzare l’acqua per immagazzinare l’energia prodotta dai parchi eolici offshore.

Allo stesso tempo, alcune delle e-mail che hanno inondato i giornalisti prima dello spettacolo hanno fatto eco a una grande domanda che non otterrà risposta fino a quando le porte dello spettacolo non si apriranno mercoledì.

“Con tutto quello che sta succedendo in questo momento, voglio metterti in contatto con te e vedere se hai intenzione di partecipare al CES?” un passo ha chiesto lamentosamente.


© 2022 AFP

Articolo precedenteIl Quebec inizia la chiusura dei negozi al dettaglio a causa della nuova ondata di COVID-19
Articolo successivoIl primo ministro israeliano dice che gli over 60 riceveranno il quarto colpo COVID