La FAA stabilisce le regole per alcuni atterraggi di Boeing 787 vicino al servizio 5G

Un Dreamliner 787-10 in arrivo da Los Angeles si ferma a un cancello dell’aeroporto internazionale di Newark Liberty a Newark, NJ, lunedì 19 gennaio. 7, 2019. I funzionari federali della sicurezza stanno ordinando agli operatori di alcuni aerei Boeing di adottare procedure extra quando atterrano su piste bagnate o innevate vicino al servizio 5G imminente perché, dicono, l’interferenza delle reti wireless potrebbe significare che gli aerei hanno bisogno di più spazio per atterrare. La Federal Aviation Administration ha dichiarato venerdì 19 gennaio. 14, 2022, quell’interferenza potrebbe ritardare l’attivazione di sistemi come gli invertitori di spinta sui Boeing 787, lasciando solo i freni a rallentare l’aereo. Credito: AP Photo/Seth Wenig, file

I funzionari federali della sicurezza stanno ordinando agli operatori di alcuni aerei Boeing di adottare procedure extra quando atterrano su piste bagnate o innevate vicino all’imminente servizio 5G perché, dicono, l’interferenza delle reti wireless potrebbe significare che gli aerei hanno bisogno di più spazio per atterrare.

La Federal Aviation Administration ha dichiarato venerdì che l’interferenza potrebbe ritardare l’attivazione di sistemi come gli invertitori di spinta sui Boeing 787, lasciando solo i freni a rallentare l’aereo.

Ciò “potrebbe impedire a un aereo di fermarsi sulla pista”, ha affermato la FAA.

Ordini simili potrebbero essere emessi nei prossimi giorni per altri aerei. La FAA ha chiesto informazioni a Boeing e Airbus su molti modelli. Boeing ha affermato che sta lavorando con i suoi fornitori, compagnie aeree, società di telecomunicazioni e autorità di regolamentazione “per garantire che ogni modello di aeroplano commerciale possa operare in modo sicuro quando il 5G sarà implementato negli Stati Uniti”.

L’ordine per i jet Boeing arriva il giorno dopo che la FAA ha iniziato a emettere restrizioni che le compagnie aeree e altri operatori aerei dovranno affrontare in molti aeroporti quando AT&T e Verizon lanceranno mercoledì il nuovo servizio wireless 5G più veloce.

L’agenzia sta ancora studiando se quelle reti wireless interferiranno con gli altimetri, che misurano l’altezza di un aereo dal suolo. I dati degli altimetri vengono utilizzati per aiutare i piloti ad atterrare quando la visibilità è scarsa.

I dispositivi operano su una porzione dello spettro radio vicina alla gamma utilizzata dal nuovo servizio 5G, denominato C-Band.

Le azioni della FAA di questa settimana fanno parte di una più ampia lotta tra l’autorità di regolamentazione dell’aviazione e l’industria delle telecomunicazioni. Le società di telecomunicazioni e la Federal Communications Commission affermano che le reti 5G non rappresentano una minaccia per l’aviazione. La FAA afferma che sono necessari ulteriori studi.

La FAA sta conducendo test per scoprire quanti aerei commerciali hanno altimetri che potrebbero essere vulnerabili alle interferenze dello spettro. L’agenzia ha detto che questa settimana prevede di stimare presto la percentuale di quegli aerei, ma non ha fissato una data.

“Gli aerei con altimetri non testati o che necessitano di retrofit o sostituzione non saranno in grado di eseguire atterraggi a bassa visibilità in cui è dispiegato il 5G”, ha affermato l’agenzia in una nota.

L’ordine relativo ai Boeing 787 copre 137 aerei negli Stati Uniti e 1.010 nel mondo. Il 787 è un aereo a due corridoi che è popolare su rotte più lunghe, inclusi molti voli internazionali.

La FAA ha affermato che, sulla base delle informazioni di Boeing, i 787 potrebbero non passare correttamente dalla modalità di volo a quella di atterraggio in caso di interferenze, il che potrebbe ritardare l’attivazione di sistemi che aiutano a rallentare l’aereo.

AT&T e Verizon hanno concordato due volte di posticipare l’attivazione delle loro nuove reti a causa delle preoccupazioni sollevate dai gruppi aeronautici e dalla FAA, l’ultima volta dopo che la FAA e il segretario ai trasporti Pete Buttigieg si sono espressi dalla parte dell’industria aeronautica. Buttigieg e l’amministratore della FAA Stephen Dickson hanno avvertito che i voli potrebbero essere cancellati o deviati per evitare potenziali rischi per la sicurezza.

In base a un accordo con le società di telecomunicazioni, la FAA ha designato 50 aeroporti che avranno zone cuscinetto in cui le società spegneranno i trasmettitori 5G o apporteranno altre modifiche per limitare potenziali interferenze fino all’inizio di luglio.

I 50 includono i tre principali aeroporti dell’area di New York City: LaGuardia, JFK e Newark Liberty, O’Hare e Midway a Chicago, Dallas/Fort Worth International, Bush Intercontinental a Houston, Los Angeles International e San Francisco.

Tale concessione da parte delle telecomunicazioni è stata modellata su un approccio utilizzato in Francia, sebbene la FAA abbia affermato la scorsa settimana che la Francia richiede riduzioni più drastiche della portata dei ripetitori cellulari intorno agli aeroporti.


© 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

Articolo precedenteNetflix aumenta i prezzi negli Stati Uniti e in Canada con la concorrenza in aumento
Articolo successivoL’economia dell’idrogeno suggerisce nuove dinamiche energetiche globali: analisi IRENA