Una strada trafficata a Shanghai

Una strada trafficata a Shanghai.

La Cina porrà fine ai sussidi per le auto elettriche e ibride alla fine dell’anno, hanno annunciato le autorità, affermando che la forza delle vendite nel settore ha fatto sì che il sostegno statale non fosse più necessario.

In una dichiarazione pubblicata venerdì, il Ministero delle finanze ha affermato che i sussidi all’acquisto saranno ridotti del 30% dall’inizio del 2022 prima di essere completamente eliminati entro la fine dell’anno.

“Data la crescita dell’industria dei veicoli con nuova energia, le tendenze di vendita e la transizione graduale dei produttori, i sussidi… scadranno il 31 dicembre”, ha affermato il ministero.

“I veicoli immatricolati dopo il 31 dicembre 2022 non saranno sovvenzionati”.

Le vendite di auto elettriche e ibride sono cresciute in Cina, con aumenti di oltre il 100% su base annua negli ultimi mesi.

Le auto rappresenteranno il 18% di tutte le vendite di veicoli nel 2022, secondo le stime della scorsa settimana della China Association of Automobile Manufacturers (CAAM). Nel 2019, rappresentavano solo il cinque percento.

Dei 27,5 milioni di veicoli che saranno venduti quest’anno, secondo CAAM, cinque milioni saranno elettrici e ibridi.

Secondo CAAM, la crescita complessiva nel più grande mercato mondiale per i veicoli raggiungerà probabilmente il 3,1% per il 2021, il primo anno di crescita delle vendite dal 2018.

La Cina, il più grande inquinatore del mondo, ha fissato obiettivi ambiziosi per l’adozione diffusa di veicoli elettrici e ibridi e mira ad avere la maggior parte delle auto alimentate con energia pulita entro il 2035.


© 2022 AFP

Articolo precedenteNon tutte le calorie sono uguali: un dietologo spiega i diversi modi in cui i tipi di alimenti che mangi sono importanti per il tuo corpo
Articolo successivoCaos negli aeroporti statunitensi: cancellati più di 2.700 voli