Home Notizie recenti La BMW supera la crisi dei chip per registrare un risultato record...

La BMW supera la crisi dei chip per registrare un risultato record nel 2021

162
0

I risultati della BMW 2021 hanno brillato.

La casa automobilistica tedesca BMW si è scrollata di dosso i problemi della catena di approvvigionamento che hanno afflitto il settore nel 2021 per registrare un utile netto record, ha affermato giovedì il gruppo.

La casa automobilistica bavarese ha registrato un utile netto di 12,5 miliardi di euro (13,8 miliardi di dollari) nel 2021, più del triplo del risultato di 3,9 miliardi di euro ottenuto nel 2020, quando il settore è stato scosso dallo scoppio della pandemia di coronavirus.

Il risultato record è stato “il risultato della nostra strategia coerente, con i prodotti giusti al momento giusto”, ha affermato il CEO di BMW Oliver Zipse in una nota.

Mentre altri produttori hanno lottato con forniture irregolari di semiconduttori, un componente chiave sia nei veicoli convenzionali che elettrici, BMW è stata in grado di gestire meglio le consegne.

Nel 2021, BMW ha visto le sue consegne aumentare in tutto il mondo dell’8,4%, spedendo un totale di oltre 2,5 milioni di veicoli. Nello stesso periodo il mercato automobilistico tedesco si è ridotto del 10,1%.

Con le auto generalmente scarse, il mercato si è orientato verso i “modelli ad alto reddito” di lusso, ha affermato BMW.

In quanto tale, il margine operativo del gruppo, una misura della sua redditività, che è attentamente monitorata dagli analisti, è cresciuto al 10,3% nel 2021, dal 2,7% nel 2020 e verso la “fascia alta” della guida dell’azienda.

Il trend positivo è proseguito negli ultimi tre mesi dell’anno, nonostante l’aumento delle strozzature nell’offerta.

L’utile netto nel quarto trimestre del 2021 è aumentato del 34% su base annua a 2,3 miliardi di euro.

Dopo aver superato la crisi dell’offerta e i peggiori effetti della pandemia, BMW, come altre case automobilistiche, deve affrontare nuove sfide causate dalla guerra in Ucraina.

Il conflitto ha tagliato le forniture di alcuni produttori di componenti nel paese, portando all’arresto delle fabbriche per le case automobilistiche, inclusa la BMW.


© 2022 AFP

Articolo precedenteChernobyl e Zaporizhzhia interruzioni di corrente: attesa nervosa perché le centrali nucleari ucraine potrebbero iniziare a perdere radiazioni
Articolo successivoLa protezione dagli attacchi informatici richiede un approccio più intelligente