Home Notizie recenti I lavoratori di Amazon nell’Illinois presentano reclami all’EEOC per presunto ambiente di...

I lavoratori di Amazon nell’Illinois presentano reclami all’EEOC per presunto ambiente di lavoro razzista

32
0

Credito: Unsplash/CC0 di dominio pubblico

Ventisei lavoratori in una struttura Amazon a Joliet, Illinois, hanno presentato denunce alla Commissione per le pari opportunità di lavoro degli Stati Uniti sostenendo un ambiente di lavoro razzista e ritorsioni contro un dipendente che ha parlato, ha detto mercoledì il loro avvocato.

I lavoratori hanno presentato le denunce all’EEOC questa settimana e sperano che le loro richieste possano essere valutate come una classe, secondo l’avvocato Tamara Holder, che ha affermato che le denunce di altri lavoratori sarebbero state presentate presto.

In una conferenza stampa mercoledì, l’ex dipendente di Amazon Tori Davis ha affermato di aver espresso preoccupazione per la gestione da parte di Amazon di una minaccia di morte razzista che i lavoratori avrebbero scarabocchiato sul muro del bagno del magazzino a fine maggio. La Davis, 34 anni, ha detto di essere stata licenziata dopo aver detto ad Amazon che avrebbe intrapreso un’azione legale se la società non avesse affrontato le preoccupazioni sue e dei suoi colleghi.

La denuncia presentata all’EEOC, fornita da Holder, include le immagini di due messaggi che utilizzano la parola N presumibilmente scritta sul muro del bagno delle donne. Uno dice “(imprecazione) morirà”, mentre l’altro si riferisce a “questi (imprecazione) a MDW2”. MDW2 è il nome della struttura Amazon dove lavorano i dipendenti rappresentati da Holder.

La Davis, che ha lavorato presso la struttura formando nuovi dipendenti, ha detto che il giorno in cui è stata scoperta la minaccia di morte, ha lasciato il lavoro senza paga dopo che le minacce si sono diffuse in tutta la struttura.

“Dovevamo scegliere se restare e fare soldi ed essere in grado di pagare le bollette per primo, o andare a casa ed essere al sicuro”, ha detto Davis, che è nero. “E non è giusto.”

Secondo la denuncia, Amazon ha inviato un messaggio di testo ai lavoratori la notte dopo il ritrovamento dei graffiti, dicendo che le forze dell’ordine avevano indagato sui graffiti e “non hanno identificato minacce alla sicurezza del sito”.

In una dichiarazione mercoledì, il portavoce di Amazon Richard Rocha ha affermato che la società “lavora duramente per proteggere i nostri dipendenti da qualsiasi forma di discriminazione e per fornire un ambiente in cui i dipendenti si sentano al sicuro”.

“L’odio o il razzismo non hanno posto nella nostra società e non sono certamente tollerati da Amazon”, ha detto Rocha.

Non ha risposto alle domande del Tribune sulle accuse dei lavoratori o sulle ragioni del licenziamento di Davis.

Le denunce presentate all’EEOC affermano anche che la società ha consentito ai dipendenti bianchi dello stabilimento di Joliet di indossare abiti con la bandiera confederata al lavoro, inclusi abiti costituiti da “stivali di pelle con un’asta della bandiera confederata e una maglietta con la bandiera confederata in bella vista attraverso il schiena e braccia”.

“Non c’è segno più serio e più terrificante di una minaccia di morte in un luogo di lavoro in cui i lavoratori bianchi possono indossare impunemente abiti con la bandiera della Confederazione”, ha detto Holder, osservando che le minacce di morte sono arrivate poco dopo una sparatoria di massa razzista in un negozio di alimentari di Buffalo dove 10 neri furono uccisi e prima della sparatoria di massa del 4 luglio a una parata a Highland Park.

“Abbiamo davvero raggiunto un punto basso in America, dove dobbiamo andare a lavorare per paura di non poter tornare a casa dalle nostre famiglie”, ha detto Holder.

Patrick French, un dipendente Amazon di Joliet che ha affermato di aver lavorato per l’azienda più di un anno e mezzo, ha affermato che quando ha saputo delle minacce di morte, era molto preoccupato per il benessere della sua ragazza e suo zio, che lavorava anche lui presso la struttura. Vuole che Amazon fornisca maggiore sicurezza, ha detto.

“È un buon lavoro. Ha buone opportunità”, ha detto French, 20 anni. “Amazon, manca solo in alcune aree”.

La Davis, che ha presentato ricorso contro il suo licenziamento con Amazon nel tentativo di riavere il suo lavoro, ha detto che vorrebbe vedere più protocolli di sicurezza presso la struttura di Joliet e un rappresentante per i lavoratori neri presso il sito. La Davis ha detto di aver iniziato a lavorare lì nel novembre 2021.

Nicole St. Germain, portavoce dell’EEOC, ha affermato che la legge federale vietava all’agenzia di confermare o negare l’esistenza di reclami.

St. Germain ha affermato che dopo che i reclami sono stati depositati presso l’EEOC, l’agenzia avvia un processo investigativo per determinare se una società ha violato la legge federale. Se l’EEOC determina che una società ha agito illegalmente, può chiedere un risarcimento monetario per individui o membri della classe e danni punitivi contro la società. Può anche chiedere un provvedimento ingiuntivo, come richiedere corsi di formazione o altri cambiamenti sul posto di lavoro.


2022 Chicago Tribune.
Distribuito da Tribune Content Agency, LLC.

Articolo precedenteLa Cina si allontana dall’obiettivo di una crescita del PIL del 5,5%, si attiene ai controlli Covid
Articolo successivoSempre più giovani americani stanno morendo di insufficienza cardiaca