Home Notizie recenti I divieti per le auto alimentate a gas non funzioneranno senza investimenti...

I divieti per le auto alimentate a gas non funzioneranno senza investimenti in infrastrutture, afferma l’esperto

36
0

Credito: Pixabay/CC0 di dominio pubblico

I legislatori della California hanno approvato una misura repressiva sulle vendite future di nuove auto a benzina. Le regole prevedono il divieto delle nuove auto a gas entro il 2035, con linee guida sull’obiettivo di eliminare gradualmente le auto con incrementi. È il primo divieto di questo genere e ci si aspetta che gli stati a livello nazionale adottino politiche simili.

David Popp è professore presso il Dipartimento di Pubblica Amministrazione e Affari Internazionali della Maxwell School della Syracuse University. Gli interessi di ricerca di Popp riguardano la politica ambientale e l’economia del cambiamento tecnologico. Gran parte della sua ricerca si concentra sui legami tra politica ambientale e innovazione, con un particolare interesse per il modo in cui le politiche ambientali ed energetiche modellano lo sviluppo di nuove tecnologie che possono essere rilevanti per combattere il cambiamento climatico.

Popp afferma: “Anche se sostengo gli sforzi per aumentare l’uso dei veicoli elettrici, temo che un divieto totale sui veicoli a benzina sarebbe troppo lontano. I veicoli elettrici sono ottimi per i pendolari quotidiani, ad esempio, ma molti consumatori sono ancora preoccupati per la mancanza di batterie di autonomia per un viaggio in famiglia.La politica della California sembra fornire un certo margine di manovra consentendo i veicoli alimentati a idrogeno.Ma i veicoli a idrogeno sono ancora un’opzione costosa e le stazioni di rifornimento sono limitate.

“Non è chiaro se i produttori lavoreranno per migliorare la fattibilità dei veicoli a idrogeno. Il costo di produzione del carburante a idrogeno è un fattore limitante, che richiede investimenti anche da parte dei produttori di energia. Le case automobilistiche si sono già impegnate a produrre più veicoli elettrici. Un mandato come questo aiuta a rassicurarli che ci sarà un mercato per questi veicoli. Sono probabili miglioramenti, ma i limiti di autonomia e tempo di ricarica possono essere sfide tecniche difficili da superare. Sembra che i veicoli ibridi plug-in sarebbero consentiti dal regolamento della California. Se quindi, ciò potrebbe fornire un’alternativa per i consumatori preoccupati per l’autonomia, supponendo che i produttori scelgano di rendere disponibili tali veicoli.

“I 17 stati che attualmente seguono gli standard sulle emissioni dei veicoli della California devono affrontare una scelta impegnativa. Un cambiamento politico come questo non può essere adottato nel vuoto. Sarà necessario costruire nuove infrastrutture di ricarica, in particolare per le persone che non vivono in case unifamiliari e possono semplicemente collegare un veicolo quando tornano a casa. Le infrastrutture di ricarica saranno necessarie anche lungo le interstatali e altri luoghi in cui i conducenti possono fare viaggi su strada più lunghi. Anche gli stati che non partecipano aggiorneranno le loro infrastrutture? Ulteriori stazioni di ricarica significano nuova capacità della rete elettrica sarà necessario. Per i consumatori che scelgono veicoli a idrogeno, è necessario costruire stazioni di rifornimento. E non vi è alcuna garanzia che l’idrogeno sia un combustibile pulito. L’idrogeno può essere prodotto utilizzando energia rinnovabile, ma può anche essere prodotto utilizzando combustibili fossili.

“Qualsiasi stato che scelga di seguire l’esempio della California dovrà essere pronto a fare gli investimenti necessari per far funzionare i veicoli elettrici e a idrogeno nei loro stati. Il semplice mandato di vendita non sarà sufficiente”.


Articolo precedenteUn informatico spiega la proof-of-stake per criptovalute, NFT e transazioni metaverse
Articolo successivoLa vista a volo d’uccello migliora la sicurezza della guida autonoma