Home Notizie recenti GlobalWafers annuncia i piani per un enorme impianto negli Stati Uniti

GlobalWafers annuncia i piani per un enorme impianto negli Stati Uniti

22
0

I wafer di silicio da 300 millimetri sono un componente fondamentale per la produzione di chip semiconduttori e sono per lo più importati dall’Asia.

Lunedì, GlobalWafers di Taiwan ha svelato i piani per stabilire un imponente impianto nel nord del Texas per produrre un componente vitale per la produzione di semiconduttori con un investimento fino a $ 5 miliardi.

Tuttavia, il piano per la produzione di wafer di silicio, che rafforzerebbe le fragili forniture di chip per computer, dipende in gran parte dalla legislazione in sospeso al Congresso degli Stati Uniti.

“Con la carenza globale di chip e le continue preoccupazioni geopolitiche, GlobalWafers sta cogliendo questa opportunità per affrontare la resilienza della catena di approvvigionamento dei semiconduttori degli Stati Uniti”, ha affermato il presidente e CEO di GW Doris Hsu in una nota.

“Invece di importare wafer dall’Asia, GlobalWafers US (GWA) produrrà e fornirà wafer localmente”.

Il materiale viene utilizzato per produrre i chip necessari per qualsiasi cosa, dalle auto agli smartphone, e la carenza globale degli ultimi mesi è stata un fattore che ha fatto aumentare i prezzi negli Stati Uniti.

La costruzione della nuova struttura, la prima del suo genere in oltre due decenni, dovrebbe iniziare quest’anno a Sherman, in Texas, con la prima produzione che uscirà già nel 2025, creando fino a 1.500 posti di lavoro, secondo la dichiarazione disse.

Tuttavia, il presidente della GW Mark England ha affermato che l’impasse al Congresso sul “CHIPS Act” da 52 miliardi di dollari progettato per rilanciare l’industria statunitense potrebbe ostacolare i piani.

“Sono in gioco le dimensioni e forse le notizie dell’investimento in Texas”, ha detto in una e-mail all’AFP.

Democratici e repubblicani stanno litigando sulle diverse versioni approvate dal Senato e dalla Camera dei rappresentanti e non hanno concordato la forma finale della legislazione che fornirebbe sussidi ai produttori.

L’Inghilterra ha affermato in una dichiarazione che la legislazione aiuterebbe a “livellare il campo di gioco degli incentivi globali” e sarebbe determinante per garantire investimenti e fornitura di semiconduttori.

I funzionari statunitensi e statali hanno acclamato l’annuncio, ma il segretario al Commercio Gina Raimondo ha sollecitato un rapido passaggio del CHIPS Act.

“Siamo a un momento decisivo per espandere la produzione nazionale di semiconduttori”, ha affermato. “Passare rapidamente per approvare questo disegno di legge dimostrerà l’impegno dell’America verso una solida capacità nazionale di semiconduttori e fornirà a più aziende lungo tutta la catena di approvvigionamento la fiducia di cui hanno bisogno per andare avanti con gli investimenti qui”.

I wafer di silicio da 300 millimetri sono il materiale di partenza per tutti i siti di fabbricazione di semiconduttori avanzati (o fab), comprese le espansioni statunitensi recentemente annunciate da GlobalFoundries, Intel, Samsung, Texas Instruments e TSMC, ma la maggior parte viene importata dall’Asia.


© 2022 AFP

Articolo precedenteFed sedici siti web dopo aver indagato sulla musica latina piratata
Articolo successivoCome ottenere un vaccino contro il vaiolo delle scimmie negli Stati Uniti: chi dovrebbe ottenerne uno?