Home Notizie recenti Gli azionisti giapponesi di Toshiba approvano 13 nomine per il consiglio

Gli azionisti giapponesi di Toshiba approvano 13 nomine per il consiglio

22
0

Quindi l’ufficiale esecutivo di Toshiba Taro Shimada parla durante una conferenza stampa il 5 novembre 2019 a Tokyo. Martedì 28 giugno 2022 gli azionisti di Toshiba hanno approvato 13 amministratori nominati nel suo consiglio di amministrazione, mentre il gigante tecnologico giapponese lotta per ripristinare la sua gloria di una volta e stabilire una chiara direzione di leadership. L’amministratore delegato Shimada, che ha supervisionato l’assemblea annuale degli azionisti a Tokyo, ha affermato che la maggioranza ha votato a favore del piano. Credito: Kyodo News tramite AP, File

Martedì gli azionisti di Toshiba hanno approvato 13 amministratori nominati nel suo consiglio, mentre il gigante tecnologico giapponese lotta per ripristinare la sua gloria di una volta e stabilire una chiara direzione di leadership.

L’amministratore delegato Taro Shimada, che ha supervisionato l’assemblea annuale degli azionisti a Tokyo, ha affermato che la maggioranza ha votato a favore del piano.

Ha promesso agli azionisti Toshiba Corp. andrebbe avanti con energia pulita, progetti infrastrutturali, servizi dati, dispositivi e storage. Ha sottolineato che la società con sede a Tokyo ha aumentato i profitti dell’ultimo anno fiscale, terminato ad aprile, a 194,7 miliardi di yen (1,4 miliardi di dollari), rispetto ai 114 miliardi di yen dell’anno fiscale precedente.

Entro il 2030, Toshiba punta a 5 trilioni di yen ($ 37 miliardi) di vendite annuali, rispetto ai circa 3 trilioni di yen ($ 22 miliardi) attuali.

Durante la sessione di domande e risposte, diversi azionisti si sono alzati per esprimere preoccupazione per il futuro di Toshiba, dicendo che il suo management sembrava confuso e la sua immagine del marchio negativa.

Toshiba ha studiato la privatizzazione mentre cerca di portare avanti l’ultimo piano di ristrutturazione. Alcuni potenziali investitori consigliano a Toshiba di diventare privato. Durante l’incontro, diversi azionisti hanno affermato di essere contrari alla privatizzazione perché Toshiba era coinvolta in progetti di lavori pubblici che interessano ampiamente la società.

Toshiba ha anche istituito un comitato speciale per supervisionare gli sforzi di ristrutturazione, guidato da Jerry Black, entrato a far parte del consiglio come direttore esterno nel 2019. Anche Black, che ha una vasta esperienza nella gestione giapponese, è intervenuto all’assemblea degli azionisti, sottolineando la sua impegno a riportare in vita un Toshiba forte.

Gli azionisti giapponesi di Toshiba approvano 13 nomine per il consiglio

Le persone entrano in un edificio che ospita la sede dell’assemblea annuale degli azionisti di Toshiba Corp. a Tokyo, martedì 28 giugno 2022. Martedì 28 giugno 2022 gli azionisti di Toshiba hanno approvato 13 amministratori nominati nel suo consiglio di amministrazione, mentre il gigante tecnologico giapponese lotta per ripristinare il suo unico gloria e impostare una chiara direzione di leadership. Credito: Yohei Fukai/Kyodo News via AP

A marzo, gli investitori hanno respinto una proposta di riforma sostenuta dall’azienda per dividere Toshiba in due attività. Un piano precedente, anch’esso demolito, prevedeva una divisione a tre.

Le opzioni saranno ora ristrette e non c’è stata alcuna indicazione chiara nell’assemblea degli azionisti di martedì. Ma la speculazione è diffusa che l’offerta andrà avanti a causa dell’aggiunta di coloro che hanno maggiori probabilità di spingere per una tale mossa, tra cui Eijiro Imai, che lavora con Farallon Capital Japan, e Nabeel Bhanji, con Elliott Investment Management, un importante investitore in Toshiba.

Secondo quanto riferito, Japan Investment Corp., di proprietà in parte del governo giapponese, e il fondo di investimento statunitense Bain Capital sono tra coloro che stanno cercando di acquisire Toshiba. Black ha affermato che Toshiba sta lavorando a stretto contatto con il governo giapponese per valutare le sue opzioni.

Toshiba, fondata circa 150 anni fa, sta lottando dal disastro nucleare di Fukushima nel marzo 2011. Un terremoto e uno tsunami hanno danneggiato una centrale nucleare nel nord-est del Giappone, mandando in fusione tre reattori ed emettendo radiazioni su un’area che è ancora in parte vietata la zona. Toshiba è coinvolta nello smantellamento dell’impianto danneggiato, che richiederà decenni.

L’ex amministratore delegato Satoshi Tsunakawa, che ha cercato di guidare Toshiba attraverso le riforme negli ultimi anni, è stato sostituito da Shimada, ex Siemens.


© 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

Articolo precedenteLo screening della depressione parentale oltre il periodo postpartum ha il potenziale per identificare le famiglie che necessitano di sostegno
Articolo successivoBoot camp per il sistema immunitario: come le cellule immunitarie imparano a distinguere l’amico dal nemico