Home Notizie recenti Gli ATM Bitcoin si stanno diffondendo. Sono legali ma possono essere...

Gli ATM Bitcoin si stanno diffondendo. Sono legali ma possono essere strumenti per cyber criminali

39
0

Credito: Unsplash/CC0 di dominio pubblico

Entra in un negozio di fumatori o in un piccolo minimarket nel sud della Florida, ovunque da Homestead a Boynton Beach, e potresti trovare non uno, ma due bancomat.

Guarda attentamente prima di provare a guadagnare denaro perché c’è una grande differenza.

Si erogano bollette cartacee, biglietti verdi da spendere. L’altro emette una ricevuta cartacea per Bitcoin, di gran lunga la criptovaluta più popolare. Niente di sbagliato in questo se sei a tuo agio nel convertire i tuoi dollari onestamente guadagnati in criptovalute.

Ma gli investigatori della criminalità informatica del sud della Florida affermano anche che i criminali stanno usando il numero crescente di macchine Bitcoin per scopi nefasti. Dicono che le macchine, sebbene perfettamente legali, sono anche in gran parte non regolamentate e sono spesso utilizzate per “lavare” denaro sporco, denaro proveniente da spaccio di droga, rapine o altre attività illegali.

Quando è facile investire in criptovaluta online, Miami-Dade Cyber ​​​​Crimes Task Force Cmdr. George Perera mette in dubbio la necessità dei bancomat Bitcoin, che non lasciano molte tracce finanziarie.

“Perché li hanno a meno che non siano per attività criminali?” chiese.

Trovare una macchina è facile come accendere un computer o un cellulare. Il sito web bitcoindepot.com, che ti aiuta a trovare un bancomat Bitcoin semplicemente inserendo un prefisso o una città, mostra che ci sono 1.691 macchine in Florida e 384 tra Boynton Beach e Homestead.

Si ritiene che le macchine, che hanno guadagnato popolarità negli ultimi anni insieme alle criptovalute, siano più di 50.000 in tutto il paese. C’è un motivo per cui sono attraenti per le piccole imprese in cui sono più comuni: sono redditizie a diversi livelli.

I maggiori produttori di macchine sono le società Genesis Coin e General Bytes. Vendono le macchine fino a $ 5.000. Sono fondamentalmente chioschi connessi a Internet che inviano criptovaluta a un portafoglio digitale dopo l’inserimento di denaro reale. Gli operatori delle macchine incassano commissioni, che negli sportelli automatici Bitcoin rappresentano una percentuale della transazione.

Gli operatori del negozio, nel frattempo, riscuotono gli affitti dall’operatore della macchina o dal proprietario per uno spazio di tre piedi per tre.

In un discorso sul settore nel 2021, il direttore della conformità di Digitalmint Seth Sattler ha riconosciuto che c’erano alcuni “cattivi attori” che hanno dato una cattiva reputazione all’industria delle macchine continuando a consentire transazioni anonime. Digitalmint è uno dei principali fornitori di macchine e tecnologia Bitcoin nella nazione.

“Mentre un piccolo numero di operatori di ATM Bitcoin va al di là e al di là … altri nel settore del cash-to-crypto semplicemente chiudono un occhio e si accontentano di questi cattivi attori semplicemente applicando le protezioni minime dei clienti, che in molti casi consentire transazioni completamente anonime”, ha detto Sattler al sito di notizie.

Il bancomat Bitcoin assomiglia quasi esattamente alla sua controparte, con uno schermo di computer, una tastiera e uno slot per inserire i soldi, come se stessi effettuando un deposito in un normale bancomat. E il modo in cui i criminali puliscono i soldi con esso è tanto brillante quanto semplice.

Ecco uno scenario: un piccolo spacciatore guadagna qualche migliaio di dollari con una vendita. Il rivenditore quindi assume un bambino per pochi dollari per digitare un indirizzo di criptovaluta e inserire i soldi nella macchina. In cambio, la macchina emette una ricevuta Bitcoin del valore uguale o simile.

I poliziotti informatici di Miami-Dade affermano che un problema è che le macchine sono regolate in modo molto leggero. La maggior parte ha un dispositivo di registrazione video e alcuni chiedono di scansionare le patenti di guida. I truffatori, tuttavia, possono aggirare così facilmente, ha affermato il sergente dei crimini informatici di Miami-Dade. Bridget Doyle.

Nel caso dell’esempio sopra citato, il ragazzo assunto dal riciclatore verrebbe filmato. E lui o lei avrebbe potuto facilmente usare un’identificazione falsa. Per quanto riguarda il controllo di un indirizzo crittografico, cambia ad ogni azione ed è difficile da rintracciare, affermano gli investigatori.

Doyle ha affermato che la maggior parte delle aziende notifica a un negoziante se vengono depositati più di $ 6.000. Ha detto che ci sono circa una dozzina di aziende di cui è a conoscenza che ora vendono macchine per criptovalute.

“Quando i criminali passano alle criptovalute, la prima cosa che fanno è trovare un nuovo ID”, ha detto.


2022 Miami Herald. Distribuito da Tribune Content Agency, LLC.

Articolo precedenteUna nuova analisi mostra che le membrane antivegetative riducono i costi, l’energia nel corso della loro vita
Articolo successivoRilasci di Apple iOS 16 lunedì: cosa sapere sull’ultimo aggiornamento software per iPhone