Un uomo lascia l'area del carosello bagagli all'aeroporto internazionale Ronald Reagan di Washington nel dicembre 2021

Un uomo lascia l’area del carosello bagagli all’aeroporto internazionale Ronald Reagan di Washington nel dicembre 2021.

Sabato i viaggi aerei hanno continuato a subire gravi interruzioni negli Stati Uniti, con il maltempo in alcune parti del paese che si è aggiunto all’impatto di un massiccio picco di infezioni da Covid-19 alimentato dalla variante Omicron.

Gli Stati Uniti hanno registrato 2.723 voli cancellati, più della metà dei 4.698 cancellati in tutto il mondo, intorno alle 23:00 (0400 GMT domenica), secondo il sito di monitoraggio FlightAware.

Inoltre, sabato sono stati ritardati 5.993 voli nazionali, su un totale di 11.043 in tutto il mondo per la giornata.

La compagnia aerea statunitense più colpita è stata la Southwest, che ha dovuto cancellare il 13% del suo programma di voli, secondo il sito.

Negli Stati Uniti, gli aeroporti di Chicago sono stati particolarmente colpiti dal maltempo, con una tempesta di neve prevista nell’area sabato pomeriggio e fino a tarda notte.

L’industria globale dei viaggi aerei si sta ancora riprendendo dalla variante altamente contagiosa di Omicron.

Molti piloti, assistenti di volo e altro personale sono assenti dal lavoro dopo aver contratto il Covid-19 o perché sono in quarantena dopo essere entrati in contatto con qualcuno che ha l’infezione.

Circa 7.500 voli sono stati cancellati dalle compagnie aeree di tutto il mondo durante il fine settimana di Natale.


© 2022 AFP

Articolo precedenteLa Cina abolirà i sussidi per i veicoli elettrici
Articolo successivoLa Cina dice segnali “positivi” mentre i casi di Xi’an si attenuano