Home Notizie recenti Boeing riporta un’altra perdita a causa di 787 guai

Boeing riporta un’altra perdita a causa di 787 guai

96
0
Boeing sta producendo il 787 "ad un ritmo molto basso" a causa di problemi di qualità che hanno pesato sul quarto trimestre dell'azienda

Boeing sta producendo il 787 “a un ritmo molto basso” a causa di problemi di qualità che hanno pesato sul quarto trimestre dell’azienda.

Boeing ha riportato una pesante perdita nel quarto trimestre mercoledì poiché i costi crescenti legati ai problemi del widebody 787 hanno più che compensato la spinta dal ritorno del 737 MAX dopo un lungo fermo.

Il gigante dell’aviazione statunitense ha riportato un totale di 3,8 miliardi di dollari in spese una tantum associate alla compensazione delle compagnie aeree per le consegne ritardate del 787 e processi di produzione più costosi.

Questi costi sono stati il ​​fattore più importante in una perdita trimestrale maggiore del previsto che ha anche spinto Boeing in rosso nel 2021 per il terzo anno consecutivo.

L’amministratore delegato David Calhoun ha descritto il 2021 come un “anno della ricostruzione”, osservando i progressi del 737 MAX, il jet a fusoliera stretta rimasto a terra per 20 mesi a seguito di due incidenti mortali.

Gli attuali lavori del 787 risalgono alla fine dell’estate 2020, quando l’azienda ha scoperto difetti di fabbricazione con alcuni jet. Boeing ha successivamente identificato ulteriori problemi, incluso lo stabilizzatore orizzontale.

Le difficoltà hanno ridotto le consegne tra novembre 2020 e marzo 2021. Boeing ha sospeso nuovamente le consegne a maggio dopo che sono emersi altri problemi.

Calhoun ha rifiutato di offrire un calendario per riprendere 787 consegne.

“Sul programma 787, stiamo progredendo attraverso uno sforzo globale per garantire che ogni aeroplano nel nostro sistema di produzione sia conforme alle nostre rigorose specifiche”, ha affermato.

“Sebbene ciò continui ad avere un impatto sui nostri risultati a breve termine, è l’approccio giusto per costruire stabilità e prevedibilità con il ritorno della domanda a lungo termine”.

MAX rimonta

Per il trimestre Boeing ha registrato una perdita di $ 4,1 miliardi poiché i ricavi sono diminuiti del 3,3% a $ 14,8 miliardi.

Boeing ha registrato una perdita annuale di $ 4,2 miliardi, rispetto a una perdita di $ 11,9 miliardi nel 2020.

Boeing ha anche subito una perdita operativa nelle sue attività di difesa, spazio e sicurezza a seguito di 402 milioni di dollari di costi una tantum sul programma di navi cisterna KC-46A.

I costi delle navi cisterna sono principalmente dovuti allo spostamento delle preferenze dei clienti e alle interruzioni della catena di approvvigionamento dovute al Covid-19, ha affermato un portavoce di Boeing.

Le difficoltà con il 787 hanno smorzato lo slancio della Boeing mentre l’industria aerea si riprende da una devastante crisi dovuta al Covid-19.

In un altro aspetto positivo, però, Boeing ha ripreso le consegne del 737 MAX, che è stato bloccato per 20 mesi a seguito di due incidenti mortali.

La società ha anche acclamato la decisione delle autorità cinesi di approvare il ritorno del MAX, anche se deve ancora riprendere le consegne ai vettori cinesi.

Boeing ha anche registrato un aumento degli ordini per jet commerciali e aerei cargo.

Problemi di “conformità”.

Calhoun ha detto alla CNBC di aver fatto progressi “significativi” sul 787 ma “non possiamo affrettarci”.

“Stiamo lavorando su problemi di conformità reali. Non problemi di sicurezza, problemi di conformità”, ha detto alla rete. “Significa che l’aereo è costruito esattamente e precisamente secondo i disegni tecnici.”

Boeing non ha offerto un calendario per la ripresa delle consegne durante i colloqui in corso con la Federal Aviation Administration. La società ha affermato che attualmente sta producendo il jet “a un ritmo molto basso”.

Boeing ha raddoppiato le sue stime per i “costi anomali” totali associati ai problemi del 787 a $ 2 miliardi dopo aver concluso nel quarto trimestre che i problemi “impiegheranno più tempo del previsto” per risolversi.

Peter McNally, analista di Third Bridge, ha descritto il trimestre di Boeing come “turbolente”, osservando che i problemi con il 787 “si stanno trascinando nel 2022 con importanti conseguenze finanziarie”, ha affermato in una nota.

“La società continua a perdere terreno rispetto al suo principale concorrente, Airbus”, ha affermato McNally.

“Tuttavia, ci sono stati alcuni punti positivi in ​​quanto la domanda sottostante di viaggi è aumentata, Boeing sta prenotando nuovi ordini per i clienti e il bilancio ha iniziato a muoversi in una direzione più positiva”.

Le azioni sono scese del 2,0 percento a $ 200,10 nelle prime contrattazioni.


© 2022 AFP

Articolo precedentecriptovaluta scambiata nel 2021? Ecco come affrontare le tasse
Articolo successivoNuove linee guida per il cancro al cervello per migliorare le cure, la sopravvivenza dei pazienti