Home Notizie recenti Alibaba cercherà la quotazione principale a Hong Kong, aggiungendosi al NYSE

Alibaba cercherà la quotazione principale a Hong Kong, aggiungendosi al NYSE

20
0

Il logo Alibaba è visibile all’esterno di un edificio a Pechino il 16 novembre 2021. Alibaba, la più grande società di e-commerce cinese, ha dichiarato martedì 26 luglio 2022 che avrebbe richiesto una quotazione primaria a Hong Kong. Credito: AP Photo/Ng Han Guan, file

Alibaba, la più grande società di e-commerce al mondo per vendite, martedì ha annunciato l’intenzione di cambiare lo stato delle sue azioni negoziate a Hong Kong, rendendole più accessibili agli investitori cinesi in un momento in cui Pechino sta facendo pressioni sulle società tecnologiche affinché condividano la loro ricchezza con il pubblico .

La quotazione principale a Hong Kong dovrebbe essere completata entro la fine del 2022, il che renderebbe Alibaba una società quotata a doppia primaria alla Borsa di New York e alla Borsa di Hong Kong.

Il CEO Daniel Zhang ha affermato che Alibaba sta perseguendo un’altra sede di quotazione principale per promuovere una “base di investitori più ampia e diversificata”.

“Hong Kong e New York sono entrambi i principali centri finanziari globali, con caratteristiche condivise di apertura e diversità”, ha affermato Zhang in una nota. “Hong Kong è anche il trampolino di lancio per la strategia di globalizzazione di Alibaba e siamo pienamente fiduciosi nell’economia e nel futuro della Cina”.

La mossa consentirà a milioni di investitori della Cina continentale di accedere alle azioni di Alibaba, poiché le sue azioni potrebbero quindi essere incluse nel canale di investimento Stock Connect che consente agli investitori della Cina continentale di acquistare azioni quotate a Hong Kong e viceversa per Hong Kong e gli investitori esteri.

La decisione di Alibaba di cercare una quotazione primaria a Hong Kong arriva anche quando le autorità di regolamentazione statunitensi hanno minacciato di revocare la quotazione delle società cinesi quotate negli Stati Uniti a meno che non rispettino i requisiti di revisione, il che a sua volta ha innescato una svendita di azioni cinesi quotate negli Stati Uniti

La società con sede a Hangzhou è diventata pubblica a New York nel settembre 2014 in quella che era la più grande offerta pubblica iniziale dell’epoca e successivamente ha completato una quotazione secondaria a Hong Kong nel novembre 2019.

Un tempo era il beniamino di molti investitori in azioni tecnologiche, ma il prezzo delle sue azioni è crollato a seguito della repressione normativa di Pechino sull’industria tecnologica cinese.

Nell’ultimo anno, il prezzo delle azioni Alibaba di New York è crollato del 47%. Prima dell’annuncio, il prezzo delle sue azioni ha chiuso lunedì a $ 101,06.


© 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

Articolo precedenteBiden preme il caso dei chip per computer prima del voto del Senato
Articolo successivoSvelati indizi genetici sulla degenerazione maculare legata all’età