Home Notizie recenti Usare le spinte per cambiare i comportamenti durante la pandemia di COVID-19

Usare le spinte per cambiare i comportamenti durante la pandemia di COVID-19

43
0

Credito: Pixabay/CC0 di dominio pubblico

Durante la pandemia di COVID-19, le spinte creative hanno spinto le persone ad adottare comportamenti semplici in nome della salute pubblica. Questi comportamenti includono colpi di pugno invece di stringere la mano e stare a sei piedi di distanza, secondo uno studio pubblicato sulla rivista peer-reviewed Gestione della salute della popolazione.

Ivo Vlaev, DPhil, dell’Università di Warwick, e membri del Behavioral Insights Team del Cabinet Office del Regno Unito, hanno sviluppato il framework MINDSPACE, che è stato ampiamente utilizzato per guidare politiche efficaci utilizzando le ultime intuizioni delle scienze comportamentali e della teoria del nudge. In questo numero di Gestione della salute della popolazioneil Dr. Vlaev e i coautori evidenziano esempi di nudge che sono stati utilizzati nei primi mesi della pandemia di COVID-19 e ne riassumono l’efficacia.

“I leader dell’organizzazione, i responsabili politici e i professionisti possono usare le spinte per promuovere la salute pubblica quando i mandati non sono politicamente fattibili o applicabili”, affermano gli investigatori.

“I Nudge funzionano. Non abbiamo mai dovuto utilizzare questo potente strumento di scienze sociali in mezzo a una pandemia. Siamo orgogliosi di pubblicare uno dei primi rapporti di un’implementazione di successo”, afferma David Nash, MD, MBA, Editor-in-Chief of Population Gestione della salute e fondatore emerito Dean e il dottor Raymond C. e Doris N. Grandon Professore, Jefferson College of Population Health, Philadelphia, Pennsylvania.


Articolo precedenteLe cellule tumorali del pancreas sfruttano il normale ricambio tissutale per costruire barriere protettive
Articolo successivoImpatto dello standard sui combustibili rinnovabili (RFS) sulla produzione di biocarburanti mostrato nello studio