Home Notizie recenti Un nuovo studio descrive come le migliori pratiche possono essere applicate ai...

Un nuovo studio descrive come le migliori pratiche possono essere applicate ai programmi di coinvolgimento della comunità

29
0
Giornale di scienza clinica e traslazionale (2022). DOI: 10.1017/cts.2022.433″ width=”800″ height=”530″>
Principi di impegno della comunità. Credito: Giornale di scienza clinica e traslazionale (2022). DOI: 10.1017/cts.2022.433

Negli Stati Uniti, il Clinical and Translational Science Award Program è stato progettato per migliorare l’efficienza della traduzione della ricerca; accelerare il processo di introduzione delle scoperte dal laboratorio, dalla clinica e dalla comunità alla politica e alla pratica come mezzo per migliorare la salute individuale e pubblica. I programmi Community Engagement (CE) sono una componente richiesta ed essenziale di tutti i Clinical and Translational Science Institutes (CTSI) e cercano di estendere la capacità dei CTSI di progettare, implementare e diffondere innovazioni a beneficio delle comunità attraverso l’impegno bidirezionale.

Nonostante le richieste di CTSI per colmare le lacune nella comprensione della scienza e dei metodi dell’EC, rimangono pochi studi che riportano sistematicamente le attività dei programmi dell’EC e, più specificamente, le strategie che utilizzano per implementare il coinvolgimento della comunità. Queste lacune limitano la diffusione diffusa delle migliori pratiche. Ora un nuovo documento delinea una road map per utilizzare le conoscenze su come implementare le migliori pratiche per misurare l’impatto di un programma di coinvolgimento della comunità.

Vedi anche:  Le banche cinesi traboccano di contanti che nessuno vuole prendere in prestito durante i blocchi

“Altri programmi di coinvolgimento della comunità si sono concentrati su misure ristrette, mentre il piano che descriviamo incorpora diverse strategie, come fornire assistenza alle persone che vogliono impegnarsi con la comunità, e misura come tale strategia si relaziona con la portata, l’adozione, l’efficacia, l’attuazione e mantenimento nel tempo”, spiega l’autrice corrispondente Christine Marie Gunn, Ph.D., assistente professore aggiunto di medicina presso la Boston University School of Medicine, assistente professore presso il Dartmouth Institute for Health Policy and Clinical Practice e collegamento per l’equità sanitaria con il Community Outreach e programma educativo presso il Dartmouth Cancer Center.

Gli obiettivi specifici del programma CTSI CE dell’Università di Boston sono 1) sviluppare nuove partnership accademiche esistenti e sostenerle; 2) ampliare la capacità di coinvolgimento della comunità per ricercatori e membri della comunità e le loro organizzazioni/sistemi; e 3) diffondere le migliori pratiche per gli approcci di ricerca CE.

Vedi anche:  Tasso di ictus negli Stati Uniti in calo negli adulti di età pari o superiore a 75 anni, ma in aumento negli adulti di età pari o inferiore a 49 anni

I ricercatori hanno riunito un team di esperti in scienza dell’implementazione, coinvolgimento della comunità, misurazione e ricerca per tracciare una mappa della valutazione del loro programma. Hanno quindi utilizzato le migliori pratiche per assicurarsi che le attività che stavano progettando fossero coerenti con le prove su come implementare il coinvolgimento della comunità.

Secondo i ricercatori, questa ricerca riguarda più come prendere le migliori prove e metterle in pratica, chiamata ricerca traslazionale. “Questo documento valuta come l’impegno della comunità, in quanto pratica basata sull’evidenza, può essere misurato utilizzando le conoscenze nel campo della scienza dell’implementazione”.

Gunn spera che questo quadro possa essere utilizzato per aiutare gli altri a dimostrare l’importanza del coinvolgimento della comunità nel portare la ricerca nella pratica. “Più istituzioni possono generare prove a sostegno del coinvolgimento dei partner della comunità, maggiore sarà l’impatto della nostra ricerca nel tempo”, aggiunge.

Questi risultati appaiono online nel Giornale di scienza clinica e traslazionale.


Articolo precedenteIl paradosso dell’obesità nella diagnosi del cancro del polmone può variare in base alla razza
Articolo successivoUsare la musica per contrastare il delirio negli anziani ventilati meccanicamente in terapia intensiva