Home Notizie recenti Teleconsulto per prevenire le malattie della pelle nei bambini

Teleconsulto per prevenire le malattie della pelle nei bambini

6
0

Credito: Unsplash/CC0 di dominio pubblico

Una recente pubblicazione in JMIR Pediatria e Genitorialità hanno riferito che le madri dei bambini sono inclini a sperimentare lo stress genitoriale, che influisce negativamente sul benessere di madri e bambini. Inoltre, gli studi hanno riportato che la dermatite atopica (AD) tra la prole aumenta lo stress genitoriale e che i problemi psicologici materni postnatali possono aumentare il rischio di AD nei bambini.

Le coppie ammissibili di neonati e madri sono state assegnate in modo casuale al gruppo di intervento o al gruppo di controllo.

Inoltre, i partecipanti al gruppo di intervento hanno avuto la possibilità di combinare gratuitamente i servizi pediatrici di routine con il teleconsulto e la newsletter via e-mail dalla data di registrazione fino al compimento dei 4 mesi di età.

Gli esiti primari erano la prevalenza di AD nei bambini diagnosticati in base ai criteri del Gruppo di lavoro del Regno Unito e lo stress genitoriale e lo stato mentale delle madri valutati utilizzando il Parenting Stress Index-Short Form e il General Health Questionnaire-12.

C’era una differenza significativa nella prevalenza dell’AD tra i partecipanti che utilizzavano servizi di teleconsulto e newsletter via e-mail, partecipanti che non utilizzavano servizi di teleconsulto ma ricevevano newsletter via e-mail e partecipanti che non ricevevano né utilizzavano nessuno dei due servizi.

Il Dr. Akira Oka dell’Università di Tokyo afferma che “lo scambio di informazioni sanitarie valide tra gli operatori sanitari e i loro pazienti può facilitare la diagnosi, il trattamento e la prevenzione di successo, nonché la ricerca e la valutazione, migliorando così la salute degli individui e comunità».

La telemedicina e l’eHealth sono servizi ampiamente utilizzati per la loro funzionalità, facilità d’uso, convenienza, funzionalità che consentono di risparmiare tempo e accessibilità per i pazienti che vivono lontano dalle strutture sanitarie.

È stato dimostrato che i servizi di telemedicina e di intervento sanitario elettronico forniti a pazienti pediatrici con condizioni come autismo, disturbo da deficit di attenzione/iperattività e malattie croniche influenzano positivamente i pazienti pediatrici, le famiglie e gli operatori sanitari.

Inoltre, i genitori hanno riferito di aver sperimentato i benefici effettivi e percepiti dei servizi di eHealth, tra cui la facilità d’uso, una maggiore fiducia e soddisfazione nell’assistenza ai bambini e un’efficiente trasmissione delle conoscenze.

In Giappone, alcuni rapporti hanno descritto l’uso dei servizi di eHealth perinatale forniti dagli operatori sanitari, come la telediagnosi per le malattie cardiache fetali, la creazione di cartelle cliniche elettroniche per l’assistenza perinatale e la digitalizzazione di un manuale sulla salute materna e infantile.

Rispetto al gruppo di controllo che riceve cure postnatali di routine tramite i servizi del governo locale, questi autori hanno ipotizzato che il servizio aggiuntivo comprendente teleconsulto e newsletter via e-mail fornito dai pediatri sarebbe una strategia efficace per prevenire l’AD nei bambini e ridurre lo stress genitoriale nelle madri a 4 mesi dopo il parto .

Il Dr. Oka e il team di ricerca hanno concluso che, sebbene un servizio pediatrico combinato con teleconsulto e newsletter via e-mail non fosse efficace nel ridurre lo stress genitoriale nelle madri, questo è il primo studio randomizzato controllato a dimostrare che la telemedicina è efficace nel ridurre la prevalenza di AD nei bambini .

Tali programmi educativi sono un complemento necessario ai servizi clinici e pubblici che cercano di migliorare le condizioni della pelle nei bambini.

Gli autori sperano che l’eHealth pediatrico diventi una nuova strategia ampiamente utilizzata per prevenire l’AD, che potrebbe anche portare a una riduzione di altre malattie allergiche.


Fornito da pubblicazioni JMIR

Articolo precedenteLe preoccupazioni sul lavoro tengono svegli molti americani la domenica sera
Articolo successivoCosa ci dice il caso della poliomielite a New York sulla fine della poliomielite