Home Notizie recenti TC, risonanza magnetica per pancreatite pediatrica: accordo tra osservatori

TC, risonanza magnetica per pancreatite pediatrica: accordo tra osservatori

45
0

(A) Le immagini riformattate assiali e (B) coronali da TC eseguite con materiale di contrasto IV mostrano una visualizzazione segmentale del dotto pancreatico principale (freccia). Uno dei tre revisori ha descritto la dilatazione del dotto principale come presente. L’accordo tra i revisori sulla TC per la dilatazione del dotto principale era sostanziale (κ=0,63). Credito: American Roentgen Ray Society (ARRS), American Journal of Roentgenology (AJR)

Secondo un articolo ad accesso aperto in ARRS’ Giornale americano di Roentgenology (AJR), la concordanza tra gli osservatori si è rivelata generalmente da discreta a moderata per la maggior parte dei risultati di pancreatite cronica nei bambini con TC e risonanza magnetica.

“Questo studio mette in evidenza le sfide per la diagnosi di imaging della pancreatite cronica pediatrica”, ha scritto il primo autore Andrew T. Trout del Cincinnati Children’s Hospital Medical Center in Ohio. “Sono necessari criteri standardizzati e/o oggettivi, data l’importanza dell’imaging nella diagnosi”.

Nello studio retrospettivo di Trout et al., gli esami TC o MRI eseguiti in bambini con pancreatite cronica sono stati presentati da sei siti partecipanti al consorzio International Study Group of Pediatric Pancreatite: Alla ricerca di una cura (INSPPIRE). Un radiologo pediatrico certificato da ciascuno dei sei siti ha partecipato a una revisione indipendente delle immagini. Tre radiologi hanno esaminato indipendentemente solo gli esami TC, mentre altri tre radiologi hanno esaminato indipendentemente solo gli esami MRI. Durante la misurazione dello spessore del pancreas e del diametro del dotto, i revisori hanno valutato 13 caratteristiche soggettive categoriali: 12 sia alla TC che alla risonanza magnetica, 1 solo alla TC, 1 solo alla risonanza magnetica.

In questo studio su sei siti del consorzio INSPPIRE, la concordanza tra gli osservatori per i risultati di pancreatite cronica nei bambini era relativamente alta per la TC per la presenza di calcificazioni parenchimali (κ=0,81), dilatazione del dotto pancreatico (κ=0,63) e atrofia (κ =0,52); e per la risonanza magnetica per i risultati del dotto pancreatico del ramo principale e laterale (κ = 0,64-0,74).

Notando che i risultati del dotto mostravano i più alti livelli di concordanza per entrambe le modalità, “l’accordo per i risultati soggettivi dell’atrofia era moderato e l’accordo per lo spessore parenchimale (una misura quantitativa dell’atrofia) dipendeva dalla posizione della misurazione, con la migliore concordanza osservata nel corpo pancreatico”, gli autori di questo AJR articolo concluso.


Articolo precedenteUna nuova ricerca migliora la comprensione della riparazione del DNA
Articolo successivoUn profilo microbico intestinale distinto può identificare il cancro del pancreas, indipendentemente dallo stadio