Home Notizie recenti Studio: essere in sovrappeso può causare più ricoveri ospedalieri nel Regno Unito...

Studio: essere in sovrappeso può causare più ricoveri ospedalieri nel Regno Unito di quanto si pensasse in precedenza

55
0
scala

Credito: Pixabay/CC0 di dominio pubblico

Il sovrappeso può causare più ricoveri ospedalieri e una maggiore incidenza di malattie e mortalità rispetto a quanto riportato da studi precedenti, secondo una nuova ricerca condotta dall’Università di Bristol. Lo studio, pubblicato in Economia e biologia umana, ha utilizzato una tecnica genetica per identificare l’unico impatto della composizione corporea sui ricoveri ospedalieri di oltre 300.000 persone.

Lo studio, guidato dai ricercatori della Population Health Sciences della Bristol Medical School, mirava a scoprire l’impatto del grasso corporeo in eccesso sul tasso di ricovero ospedaliero annuale nel Regno Unito analizzando i dati dell’indice di massa corporea (BMI), un indicatore del grasso corporeo complessivo. e dati sul rapporto vita-fianchi (WHR), un indicatore del grasso corporeo regionale, da 310.471 individui all’interno della coorte della biobanca britannica. Collegate a questi dati c’erano le informazioni su 550.000 ricoveri ospedalieri nel Regno Unito, con i partecipanti seguiti per una media di sei anni.

Utilizzando questi dati, i ricercatori hanno confrontato le stime delle analisi epidemiologiche convenzionali con un metodo chiamato randomizzazione mendeliana, una tecnica genetica che consente agli scienziati di quantificare come il sovrappeso possa essere causalmente correlato alla malattia e alla mortalità. Il metodo utilizza i cambiamenti genetici nel genoma legati alla composizione corporea per stimare l’effetto causale del sovrappeso su un esito sanitario e rimuovere gli effetti di altri fattori che possono influenzare congiuntamente la composizione corporea e i tassi di ricovero ospedaliero.

I loro risultati hanno trovato prove di un effetto causale diretto di BMI e WHR più elevati su tassi di ricovero ospedalieri annuali più elevati, con stime maggiori di quelle ottenute dalla ricerca esistente. Una delle scoperte più sorprendenti del team ha mostrato che la relazione era in gran parte guidata da una distribuzione avversa del grasso in una determinata area (misurata dal rapporto vita-fianchi) piuttosto che dall’IMC generale.

Hanno scoperto che le persone avevano tra il 16% e il 26% in più di probabilità di essere ricoverate in ospedale con ogni rapporto vita-fianchi superiore di 0,09 unità rispetto all’8% e il 16% con ogni 4,74 kg/m22 BMI più alto. Ad esempio, per una donna di altezza media (163 cm) e peso (65 kg) in questo studio e misure medie di vita (86 cm) e fianchi (103 cm) in questo studio, questo equivarrebbe a guadagnare 9,3 cm (o 3,7 pollici) di circonferenza della vita e di poco meno di 13 kg di peso, rispettivamente. Per un uomo di altezza media (177 cm) e peso (79 kg) in questo studio, e misure medie di vita (94 cm) e fianchi (102 cm) in questo studio, ciò corrisponderebbe a 9,2 cm (o 3,6 pollici) ) aumento della circonferenza vita e aumento di peso di 15 kg.

Dea Hazewinkel, ricercatrice capo dello studio presso la Bristol Medical School and Population Health Sciences Institute dell’Università, ha dichiarato: “Viviamo in ambienti sempre più obesogenici con l’Organizzazione Mondiale della Sanità che identifica il 39% degli uomini e il 40% delle donne come sovrappeso e l’11% degli uomini e del 15% delle donne come obesi in tutto il mondo Trovare stime dell’effetto causale tra tessuto adiposo e ricoveri ospedalieri più grandi di quelle precedentemente riportate negli studi esistenti sottolinea la necessità di esplorare politiche volte a ridurre l’obesità nella popolazione.

“I risultati suggeriscono anche che dovrebbe essere data una preferenza al rapporto vita-fianchi come misura del grasso corporeo rispetto al BMI poiché questo potrebbe essere più importante per prevedere i ricoveri ospedalieri”.

“Analisi della randomizzazione mendeliana dell’impatto causale dell’indice di massa corporea e del rapporto vita-fianchi sui tassi di ricovero ospedaliero” è pubblicato in Economia e biologia umana.


Articolo precedenteIl Nepal segnala 5.078 nuovi casi di coronavirus, afferma il ministero della Salute
Articolo successivoOmicron ha raggiunto il picco? Una fonte inaspettata offre indizi