pandemia

Credito: CC0 Dominio pubblico

Il numero di casi di COVID-19 è aumentato di oltre la metà in tutto il mondo questa settimana, mentre i decessi legati alla pandemia sono diminuiti del 9%.

Ecco lo stato di avanzamento globale da un database AFP:

1,1 milioni di casi giornalieri

Il numero medio di nuovi casi giornalieri di coronavirus ha superato la soglia simbolica di un milione a 1,18 milioni, con un aumento del 57 percento rispetto alla settimana precedente.

La regione Europa ha rappresentato il 54% dei casi, registrando 4.490.612 nel corso della settimana. La zona degli Stati Uniti e del Canada ha fornito un altro 32%, con 2.636.831 casi.

I casi confermati riflettono solo una frazione del numero effettivo di infezioni, con pratiche di conteggio e livelli di test variabili nei diversi paesi.

Fiammate in America Latina, Oceania

Le principali riacutizzazioni a livello regionale si sono verificate in Oceania, America Latina e Caraibi, dove sono più che raddoppiate, rispettivamente del 157 percento e del 138 percento.

C’è stato anche un grande aumento del 92 percento nei casi nella zona degli Stati Uniti/Canada. Il numero di contagi è aumentato in Europa del 47% e in Medio Oriente del 37%. I casi in Africa, dove è stata rilevata per la prima volta la variante altamente contagiosa di Omicron, sono aumentati solo dell’otto percento.

L’Asia ha invertito la tendenza mondiale con i suoi numeri di infezione in calo del due percento.

Casi da record

Circa 30 paesi da tutti gli angoli del mondo hanno registrato tassi di infezione settimanali record.

Includono i Paesi con il maggior numero di contagi pro capite, guidati da Danimarca con 1.907 casi ogni 100.000 abitanti, Irlanda (1.784), Cipro (1.497), Regno Unito (1.441) e Francia (1.260).

Morti giù

A livello globale, il numero di decessi legati al COVID è sceso del 9% a 6.330 in media al giorno.

L’Europa ha rappresentato più della metà, o il 53% dei decessi, con 23.324 persone che sono morte nell’ultima settimana. Gli Stati Uniti e il Canada hanno costituito il 24%, ovvero 10.433, delle vittime.

I paesi che riportano i tassi di mortalità più alti in proporzione alla loro popolazione sono Trinidad e Tobago con 12,08 decessi ogni 100.000 abitanti, Georgia (11,76), Ungheria (8,25), Polonia (7,85) e Croazia (7,65).


© 2021 AFP

Articolo precedenteLe assenze del personale ospedaliero in Inghilterra raddoppiano a causa dell’ondata di virus
Articolo successivoLo Sri Lanka estenderà il noleggio di 14 serbatoi di petrolio su 99 all’India per 50 anni