Home Notizie recenti Sotto tiro, i funzionari statunitensi affermano che il vaiolo delle scimmie può...

Sotto tiro, i funzionari statunitensi affermano che il vaiolo delle scimmie può ancora essere fermato

30
0

Un operatore sanitario prepara un vaccino contro il vaiolo delle scimmie a Montreal, sabato 23 luglio 2022. Quasi 800.000 dosi del vaccino contro il vaiolo delle scimmie saranno presto disponibili per la distribuzione negli Stati Uniti, hanno affermato mercoledì 27 luglio 2022 le autorità sanitarie statunitensi. Credito: Graham Hughes/The Stampa canadese tramite AP, File

L’epidemia di vaiolo delle scimmie nel paese può ancora essere fermata, hanno affermato giovedì i funzionari sanitari statunitensi, nonostante il numero di casi in aumento e le forniture di vaccini finora limitate.

L’alto funzionario sanitario dell’amministrazione Biden ha respinto le critiche sul ritmo della risposta e le preoccupazioni che gli Stati Uniti abbiano mancato la finestra per contenere il virus, che è stata dichiarata un’emergenza globale.

“Riteniamo di aver fatto tutto il possibile a livello federale per lavorare con i nostri partner statali e locali e le comunità colpite per assicurarci di poter stare al passo con questo e porre fine a questo focolaio”, Xavier Becerra, capo del Dipartimento della salute e dell’uomo Servizi, ha detto ai giornalisti durante una chiamata.

Ma ha aggiunto che i funzionari sanitari locali “devono fare la loro parte… Non abbiamo l’autorità per dire loro cosa fare”.

Il respingimento dei leader federali è arrivato quando hanno annunciato piani di distribuzione per 780.000 dosi del vaccino Jynneos a due dosi. Le dosi saranno assegnate a stati, città e altre località in base al numero di casi e alla dimensione della popolazione considerata ad alto rischio per la malattia.

Dipartimenti sanitari a San Francisco; New York; Washington DC; e altrove affermano di non avere ancora abbastanza vaccini per soddisfare la domanda e di aver smesso di programmare appuntamenti per le seconde dosi di vaccino per aumentare le forniture.

Becerra ha affermato che il governo federale ha svolto il suo lavoro e ha affermato che l’onere ora spetta ai funzionari locali di utilizzare gli strumenti disponibili.

“Abbiamo messo a disposizione di tutte le giurisdizioni vaccini, test e trattamenti ben oltre i numeri attualmente necessari”, ha affermato.

Ma un rappresentante di cliniche specializzate ha affermato che i commenti di Becerra hanno mostrato una “mancanza di comprensione per l’intera portata di questa crisi”.

“Le cliniche di tutto il paese stanno supplicando i funzionari sanitari federali per le informazioni, le forniture e il personale di cui hanno bisogno per porre fine con successo a questo focolaio”, ha affermato David C. Harvey, direttore esecutivo della National Coalition of STD Directors, in una dichiarazione. Il gruppo sta premendo per 100 milioni di dollari in finanziamenti di emergenza per i dipartimenti sanitari e le cliniche locali.

Sono stati segnalati più di 4.600 casi di vaiolo delle scimmie negli Stati Uniti fino alla fine di mercoledì, secondo il CDC, e i funzionari federali si aspettano che questi numeri aumentino.

Oltre il 99% dei casi segnalati riguarda uomini e la stragrande maggioranza di questi è tra uomini che hanno riferito di contatti sessuali con altri uomini, sebbene i funzionari sanitari abbiano sottolineato che chiunque può contrarre il virus.

Sotto tiro, i funzionari statunitensi affermano che il vaiolo delle scimmie può ancora essere sconfitto

Gli operatori sanitari del Dipartimento della salute e dell’igiene mentale di New York City aiutano le persone a registrarsi per il vaccino contro il vaiolo delle scimmie in uno dei siti di vaccinazione della città, martedì 26 luglio 2022, a New York. I funzionari sanitari statunitensi hanno affermato giovedì che l’epidemia di vaiolo delle scimmie nel paese può ancora essere controllata ed eliminata, nonostante il numero crescente di casi e le preoccupazioni per la fornitura limitata di vaccini in molte parti del paese. Credito: AP Photo/Mary Altaffer

Gli Stati Uniti sono ora in grado di testare da 60.000 a 80.000 persone al giorno, anche se Becerra ha affermato che i numeri dei test giornalieri sono ben inferiori.

Il virus del vaiolo delle scimmie si diffonde principalmente attraverso il contatto pelle a pelle, ma può anche trasmettersi toccando le lenzuola utilizzate da qualcuno con l’infezione. Le persone con vaiolo delle scimmie possono provare febbre, dolori muscolari, brividi e affaticamento. Molti nell’epidemia hanno sviluppato protuberanze simili a brufoli a volte dolorose.

Gli Stati Uniti hanno ordinato 5,5 milioni di dosi di vaccino in più per la consegna entro la metà del 2023 e hanno i diritti sulle materie prime che potrebbero produrre 11,1 milioni di dosi in più. Funzionari statunitensi hanno affermato che una massiccia campagna di vaccinazione potrebbe ancora essere evitata se le comunità e gli individui adottassero misure per evitare la diffusione.

A San Francisco, Tom Temprano aveva un appuntamento per ricevere la sua seconda dose la prossima settimana, ma è stato recentemente informato che era stata annullata a causa delle scorte limitate. Temprano, che è il direttore politico di Equality California, con sede a San Francisco, ha affermato di essere frustrato dal fatto che le autorità sanitarie abbiano impiegato così tanto tempo per rispondere.

“Soprattutto dopo due anni e mezzo di una pandemia, è solo una risposta molto deludente per la prima crisi di salute pubblica su larga scala che stiamo affrontando e ne esce”, ha detto.

Vede anche parallelismi con la lenta risposta del governo all’AIDS negli anni ’80.

“Ho sentito da molte persone… che questo sembra simile nella mancanza di reale preoccupazione e urgenza a una malattia che in questo momento sta avendo un impatto sproporzionato sulla comunità LGBTQ+”, ha detto Temprano, che ha 36 anni.

Il CDC stima che circa 1,5 milioni di americani attualmente soddisfino i criteri suggeriti per la vaccinazione, principalmente uomini che hanno rapporti sessuali con uomini.

Ma giovedì i funzionari hanno rifiutato di stabilire una cifra per quante dosi di vaccino sarebbero state necessarie per fermare l’epidemia. Sono state distribuite quasi 340.000 dosi di vaccino, ma un funzionario del CDC ha riconosciuto che il governo federale non sa quante ne siano state somministrate.

Gli ulteriori 780.000 colpi inviati negli stati questa settimana sono stati ritardati dalla spedizione e da ostacoli normativi. Sono rimasti per settimane in deposito in Danimarca mentre le autorità di regolamentazione statunitensi hanno finito di ispezionare e certificare la struttura in cui sono state prodotte.

Il senatore dello stato della California Scott Wiener, che appartiene al California Legislativo LGBTQ Caucus, ha definito “significativi” i vaccini aggiuntivi. Ma ha aggiunto: “Certo, non è abbastanza e sappiamo che riceveremo milioni di dosi in più nel resto di quest’anno e nel prossimo anno, il che non è abbastanza presto in termini di contenimento effettivo di questo focolaio. “

Il dipartimento sanitario della Georgia non ha dovuto posticipare nessuna seconda dose, ma la portavoce Nancy Nydam ha dichiarato: “La domanda è ancora molto alta. Ogni volta che un dipartimento sanitario o un altro fornitore apre appuntamenti o slot a un evento, viene coinvolto in una questione di minuti.”


© 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

Articolo precedenteIl Congresso approva il disegno di legge per aiutare le aziende di chip per computer, contrastare la Cina
Articolo successivoAcqua alcalina: dovresti bere per rendere il tuo corpo meno acido?