Home Notizie recenti Shanghai riporta zero casi di COVID per la prima volta da mesi

Shanghai riporta zero casi di COVID per la prima volta da mesi

19
0

Credito: Pixabay/CC0 di dominio pubblico

La Cina ha riportato zero nuove infezioni da COVID-19 a Shanghai per la prima volta da marzo sabato, poiché l’ultimo focolaio del paese si è attenuato dopo mesi di blocchi e altre restrizioni.

La Cina è l’ultima grande economia impegnata in una strategia zero-COVID, che elimina tutte le infezioni con una combinazione di blocchi mirati, test di massa e lunghi periodi di quarantena.

Il centro economico di Shanghai è stato costretto a un blocco di mesi durante un’ondata di COVID questa primavera guidata dalla variante Omicron in rapida diffusione, mentre la capitale Pechino ha chiuso scuole e uffici per settimane a causa di un focolaio separato.

Ma le infezioni sono rallentate fino a ridursi negli ultimi giorni, con Shanghai sabato che ha riportato zero casi trasmessi localmente per la prima volta da prima dell’epidemia all’inizio di marzo.

“Non ci sono stati nuovi casi confermati di COVID-19 domestici e nessuna nuova infezione domestica asintomatica a Shanghai”, ha affermato la città in una nota.

Il blocco dei 25 milioni di residenti di Shanghai è stato per lo più revocato all’inizio di giugno, ma la metropoli ha lottato per tornare alla normalità poiché i singoli quartieri hanno reimpostato le restrizioni sulle nuove infezioni.

Milioni di persone in città sono state temporaneamente rinchiuse di nuovo due settimane fa dopo che il governo ha ordinato una nuova campagna di test di massa.

A Pechino, le restrizioni imposte a maggio sono state successivamente allentate con il calo dei casi, ma sono state nuovamente inasprite questo mese dopo che è emerso un cluster di infezione legato alla vita notturna.

Dopo giorni di test di massa e blocchi localizzati, la “catena di infezione del supermercato Heaven”, dal nome di un bar popolare visitato dai pazienti, è stata effettivamente bloccata, hanno affermato la scorsa settimana le autorità di Pechino.

L’ufficio scolastico della città ha dichiarato sabato che tutti gli studenti delle scuole elementari e medie potrebbero tornare nelle loro classi per la scuola di persona lunedì.

Pechino ha riportato solo due nuove infezioni locali sabato.

Tuttavia, la centrale manifatturiera cinese del sud di Shenzhen ha dichiarato sabato che chiuderà i mercati all’ingrosso, i cinema e le palestre in un distretto centrale al confine con Hong Kong per tre giorni dopo che i casi di COVID sono stati scoperti lì.

I funzionari cinesi insistono che la politica zero-COVID è necessaria per prevenire una calamità sanitaria, indicando risorse mediche distribuite in modo non uniforme e bassi tassi di vaccinazione tra gli anziani.

Ma la strategia ha martellato la seconda economia più grande del mondo e l’applicazione della mano pesante ha innescato rare proteste nel paese strettamente controllato.

L’isolamento internazionale della Cina ha anche spinto alcune imprese e famiglie straniere con i mezzi finanziari a fare piani di uscita.


© 2022 AFP

Articolo precedenteJuul può continuare a vendere sigarette elettroniche mentre il tribunale blocca il divieto della FDA
Articolo successivoI festival europei non dovrebbero essere demoliti a causa del vaiolo delle scimmie: l’OMS