Home Notizie recenti Rivelando le singole cellule immunitarie all’interno della placca carotidea

Rivelando le singole cellule immunitarie all’interno della placca carotidea

135
0
Circolazione” larghezza=”800″ altezza=”330″>
Confronto dei risultati del sequenziamento dell’RNA unicellulare per la sindrome coronarica cronica e la sindrome coronarica acuta. Credito: Circolazione

Attraverso il sequenziamento dell’RNA unicellulare, un gruppo di ricerca ha illuminato con successo le caratteristiche delle cellule immunitarie mieloidi nella placca coronarica, che causa la sindrome coronarica acuta (questo termine include condizioni come l’angina instabile e l’infarto miocardico acuto [heart attack]). Sulla base di questi dati, sperano di sviluppare un metodo di trattamento in grado di stabilizzare la placca coronarica.

Questo studio è stato condotto da un gruppo di ricerca della Divisione di Medicina Cardiovascolare della Kobe University Graduate School of Medicine nel Dipartimento di Medicina Interna (il ricercatore clinico Takuo Emoto, il professore associato Tomoya Yamashita e il professor Kenichi Hirata) in collaborazione con Hyogo Brain and Heart Center (uno dei partner collaborativi dell’Università di Kobe).

Questi risultati della ricerca sono stati pubblicati in Circolazione il 3 maggio 2022.

Vedi anche:  L'imaging ottico evidenzia le interazioni metaboliche che fanno crescere le cellule tumorali del pancreas

Sfondo di ricerca

Gli ultimi decenni hanno visto un rapido progresso nelle tecniche analitiche. Una di queste tecniche che ha ricevuto molta attenzione è il sequenziamento dell’RNA unicellulare, che consente di analizzare in modo completo l’espressione genica di ogni singola cellula. Il sequenziamento dell’RNA unicellulare è stato eseguito sulla placca che provoca l’indurimento delle arterie carotidi (arteriosclerosi), tuttavia non sono stati condotti studi di questo tipo sulla placca carotidea poiché è molto difficile ottenere un campione.

In precedenza è stato rivelato che la formazione della placca che indurisce le arterie è fortemente legata all’infiammazione. Tuttavia, i seguenti punti non sono stati completamente compresi: che tipo di cellule immunitarie si trovano nella placca carotidea di un vero essere umano e quali caratteristiche hanno queste cellule? E la placca carotidea agisce all’inizio della sindrome coronarica acuta?

Metodologia di ricerca

I campioni per questo studio sono stati ottenuti conducendo procedure di aterectomia coronarica direzionale su pazienti consenzienti presso l’Hyogo Brain and Heart Center tra ottobre 2022 e giugno 2021. Il sequenziamento dell’RNA unicellulare è stato effettuato su campioni di quattro casi di sindrome coronarica cronica e tre casi di sindrome coronarica acuta sindrome coronarica. I risultati hanno rivelato la presenza delle seguenti cellule mieloidi nella placca: macrofagi (tre tipi), monociti, mastociti e ammassi di cellule dendritiche. Inoltre, un confronto dei risultati per i casi cronici con quelli dei casi acuti ha rivelato che più monociti, mastociti e macrofagi infiammatori (quest’ultimo dei quali mostrava una maggiore espressione di CXCL3 e IL1B) si accumulavano nelle placche coronariche nei casi di sindrome coronarica acuta .

Vedi anche:  I ricercatori identificano il modello 3D legato ai rischi di infarto

In una prima mondiale, questo studio ha rivelato le caratteristiche distinte delle cellule immunitarie mieloidi nella placca coronarica dei pazienti con sindrome coronarica acuta. Successivamente, i ricercatori mirano a utilizzare questi dati per sviluppare un metodo di trattamento in grado di stabilizzare la placca coronarica.


Articolo precedenteIl programma che emette kit spediti per posta raddoppia il tasso di smaltimento degli oppioidi rimanenti
Articolo successivoPerché ci sono così tante nuove sottovarianti di omcron, come BA.4 e BA.5? Sarò reinfettato? Il virus sta mutando più velocemente?