Home Notizie recenti Riconoscimento e trattamento tempestivi trovati efficaci per le malattie polmonari nei pazienti...

Riconoscimento e trattamento tempestivi trovati efficaci per le malattie polmonari nei pazienti che hanno ricevuto un nuovo farmaco per il cancro avanzato

25
0
cancro

Credito: Pixabay/CC0 di dominio pubblico

Le malattie polmonari causate da un nuovo farmaco per il cancro, incluso il carcinoma mammario metastatico o avanzato, possono essere trattate efficacemente utilizzando approcci incentrati sulla diagnosi precoce e sulla gestione tempestiva, secondo uno studio pubblicato su ESMO aperto l’11 agosto 2022.

Utilizzando i dati di nove studi clinici, questo studio fornisce una delle analisi più complete della diagnosi e del trattamento della malattia polmonare interstiziale nei pazienti che hanno ricevuto un coniugato farmaco anticorpo noto come T-DXd, da una classe di farmaci progettati come terapia mirata per il trattamento dei tumori .

La revisione retrospettiva ha esaminato 1.150 pazienti pesantemente pretrattati con tumori della mammella, dei polmoni, dello stomaco, del colon-retto o di altro tipo in nove studi trattati con T-DXd, noto anche come ENHERTU.

“La malattia polmonare interstiziale (ILD) è un noto fattore di rischio nei pazienti trattati con farmaci anticorpali coniugati per il cancro”, ha affermato l’autore senior Charles Powell, MD, MBA, Janice e Coleman Rabin Professore di medicina e capo di medicina polmonare, terapia intensiva e medicina del sonno presso la Icahn School of Medicine del Monte Sinai. “Utilizzando gli insegnamenti tratti dall’esperienza dei primi studi clinici, l’educazione del medico e i protocolli di gestione del paziente sono stati rivisti e diffusi dagli sponsor dello studio. Dati di studi più recenti nelle linee terapeutiche precedenti hanno dimostrato tassi più bassi di eventi ILD, suggerendo un attento monitoraggio e una gestione proattiva dell’ILD /la polmonite è garantita per tutti i pazienti.”

I ricercatori hanno esaminato i dati di quattro studi di fase 1 e cinque di fase 2 di T-DXd, in cui i pazienti hanno ricevuto dosi variabili della terapia del cancro ogni tre settimane. Il team di ricerca ha anche esaminato i dati di un comitato di valutazione clinica indipendente, presieduto dal dottor Powell, che ha esaminato le informazioni cliniche e l’imaging TC del torace su tutti i pazienti degli studi clinici con sospetta malattia polmonare interstiziale correlata al farmaco, che può portare alla fibrosi polmonare.

Nei pazienti precedentemente trattati pesantemente con altre terapie antitumorali, l’analisi ha rilevato che il 15,4% (grado 1 o 2, 77,4%; grado 5, 2,2%) ha manifestato una malattia polmonare interstiziale, con sintomi di basso grado che si verificano tipicamente entro i primi 12 mesi —dopo il trattamento con T-DXd.

La malattia polmonare interstiziale è un rischio noto di diverse terapie antitumorali, incluso il T-DXd, che può essere grave, pericoloso per la vita o fatale. Questi risultati dello studio suggeriscono che un attento monitoraggio e una gestione proattiva possono ridurre il rischio di ILD e la consapevolezza del paziente e la formazione continua possono aiutare nella diagnosi precoce.


Articolo precedenteIl miglioramento del processo di rilascio e del trattamento dopo l’incarcerazione può ridurre il sovradosaggio di oppioidi
Articolo successivoIl rifiuto sociale potrebbe spingere le persone a prendere precauzioni di sicurezza per il COVID-19, rileva una nuova ricerca