Home Notizie recenti Primo caso di vaiolo delle scimmie segnalato in Giappone

Primo caso di vaiolo delle scimmie segnalato in Giappone

8
0

Credito: Pixabay/CC0 di dominio pubblico

Il Giappone lunedì ha confermato il suo primo caso di vaiolo delle scimmie, rilevato in un uomo sulla trentina che aveva viaggiato all’estero, ha annunciato il governatore di Tokyo Yuriko Koike.

“È un uomo sulla trentina con una storia di viaggi all’estero che era tornato dall’Europa. Questo è il primo caso di vaiolo delle scimmie in Giappone”, ha detto Koike ai giornalisti.

Ha detto che l’uomo era stato ricoverato in ospedale a Tokyo, senza fornire ulteriori dettagli.

Il caso è stato segnalato poche ore dopo che il governo giapponese ha convocato una riunione della task force per raccogliere informazioni e prepararsi a testare e ricevere i pazienti nelle cliniche.

Sabato, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato l’epidemia di vaiolo delle scimmie un’emergenza sanitaria globale, il più alto allarme che possa suonare.

Monkeypox ha colpito più di 16.800 persone in 74 paesi, secondo un conteggio dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) pubblicato il 22 luglio.

Un aumento delle infezioni da vaiolo delle scimmie è stato segnalato dall’inizio di maggio al di fuori dei paesi dell’Africa occidentale e centrale, dove la malattia è endemica da tempo.

Il 95% dei casi è stato trasmesso attraverso l’attività sessuale, secondo uno studio su 528 persone in 16 paesi pubblicato nel Giornale di medicina del New England—la più grande ricerca fino ad oggi.

Il capo dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus ha precedentemente espresso preoccupazione per il fatto che lo stigma e il capro espiatorio potrebbero rendere più difficile tracciare l’epidemia.

Un produttore danese di vaccini contro il vaiolo ha dichiarato lunedì che la Commissione europea ha approvato il suo vaccino per l’uso contro il vaiolo delle scimmie.

Il panel del ministero della salute giapponese discuterà venerdì se i vaccini contro il vaiolo immagazzinati nel paese possono essere usati per curare il vaiolo delle scimmie.

Il ministro della Salute Shigeyuki Goto ha dichiarato a maggio che i vaccini sono “prodotti e immagazzinati in Giappone da una prospettiva antiterrorismo” per preparare il Paese a rispondere a possibili attacchi con un agente virale.


© 2022 AFP

Articolo precedenteIl robot che gioca a scacchi rompe il dito di un bambino all’evento di Mosca
Articolo successivoCome trasformare il muscolo in una fabbrica di proteine ​​per la terapia genica avanzata