Home Notizie recenti Prevedere il futuro: una scansione rapida e semplice può rivelare il rischio...

Prevedere il futuro: una scansione rapida e semplice può rivelare il rischio di demenza in tarda età

28
0

Credito: CC0 Pubblico Dominio

La demenza tardiva sta diventando sempre più comune nelle persone dopo gli 80 anni di età.

Un nuovo studio a lungo termine ha dimostrato che una scansione semplice e comune può rivelare se le persone sono maggiormente a rischio di sviluppare la condizione in tarda età.

La demenza in età avanzata si sviluppa quando le cellule cerebrali sono danneggiate da diverse malattie, alcune delle quali causano il restringimento dei vasi sanguigni del cervello.

I ricercatori della Edith Cowan University (ECU) hanno scoperto un importante legame tra la salute vascolare e la demenza in età avanzata.

Questo legame è la calcificazione delle placche che possono accumularsi all’interno dell’aorta addominale, che è l’arteria più grande del corpo e fornisce sangue ossigenato dal cuore agli organi addominali e agli arti inferiori.

Questo accumulo di calcio, noto come “calcificazione dell’aorta addominale” o CAA, può essere molto utile per prevedere il rischio di malattie cardiovascolari come infarto e ictus.

Ma i ricercatori ora hanno scoperto che è anche un indicatore affidabile per la demenza in età avanzata.

Guidato dal Nutrition and Health Innovation Institute e dal Center for Precision Health della ECU, il team internazionale comprendeva ricercatori dell’Università dell’Australia occidentale, dell’Università del Minnesota, del Sir Charles Gairdner Hospital e del Marcus Institute for Aging Research, Hebrew SeniorLife, Harvard Medical School.

Hanno esaminato i risultati della CAA in 968 donne dalla fine degli anni ’90, quindi hanno seguito il loro stato di salute per oltre 15 anni.

Hanno scoperto che una donna anziana su due aveva livelli di CAA medio-alti e queste donne avevano il doppio delle probabilità di essere ricoverate in ospedale o di morire per demenza in età avanzata, indipendentemente da altri fattori cardiovascolari o fattori genetici.

Il professor Simon Laws, direttore del Center for Precision Health, ha affermato che la CAA potrebbe identificare il rischio di demenza nelle prime fasi della vita delle persone, il che potrebbe rivelarsi vitale per scongiurare la condizione.

“C’è un adagio nella ricerca sulla demenza che ciò che è buono per il tuo cuore è buono per il tuo cervello”, ha detto.

“Questo studio riafferma questo collegamento e aggiunge ulteriormente alla nostra comprensione del rischio di demenza a esordio tardivo e delle potenziali strategie preventive.

“Quello che è venuto alla luce è l’importanza di modificare i fattori di rischio come la dieta e l’attività fisica nella prevenzione della demenza: è necessario intervenire presto e si spera che questo studio consenta il cambiamento più precoce possibile e il maggiore impatto.

“La CAA è importante in quanto è stata in grado di identificare il rischio di demenza nelle persone che non hanno il principale fattore di rischio genetico presente nel 50% delle persone che sviluppano il morbo di Alzheimer, che è la forma più comune di demenza”.

Una semplice prova

Convenientemente, la CAA può essere facilmente rilevata utilizzando le scansioni laterali della colonna vertebrale da macchine per la densità ossea.

Queste macchine sono comuni, con circa 600.000 test di densità ossea eseguiti ogni anno in Australia per lo screening dell’osteoporosi.

Joshua Lewis, professore associato della ECU e futuro leader della National Heart Foundation, Joshua Lewis, ha affermato che è possibile eseguire una scansione aggiuntiva per acquisire immagini della colonna vertebrale laterale quando le persone vengono sottoposte a test di densità ossea standard.

“In genere è molto semplice e veloce acquisire queste scansioni e sono meno invasive, più economiche e minuscole nell’esposizione alle radiazioni rispetto ai raggi X o alle scansioni TC”, ha affermato il professor Lewis.

“Sappiamo che le cause della CAA vanno oltre i tradizionali fattori di rischio cardiovascolare e molte di queste cause si sovrappongono ai fattori di rischio di demenza in età avanzata.

“In ECU stiamo anche lavorando con il team di informatica per automatizzare le valutazioni della CAA, il che renderà il processo molto più rapido e semplice piuttosto che aver bisogno di un esperto di imaging qualificato per leggere le scansioni.

“Significa che queste scansioni possono essere un modo economico, rapido e sicuro per schermare un gran numero di anziani australiani suscettibili per un rischio maggiore di demenza in tarda età”.

Il professor Lewis ha affermato che incorporare il rischio di demenza nelle discussioni sulla salute cardiovascolare potrebbe vedere le persone apportare i necessari cambiamenti nello stile di vita.

“Penso che il prossimo passo sia parlare alle persone della loro CAA e del rischio di demenza in età avanzata per vedere se questo può motivare una dieta sana e cambiamenti nel comportamento dello stile di vita”.

Il consigliere medico capo della Heart Foundation, il professor Garry Jennings AO, ha accolto favorevolmente la ricerca.

“La demenza vascolare è una disabilità sempre più comune nelle persone anziane”, ha affermato il professor Jennings.

“È spesso associato a malattie cardiache o fattori di rischio come l’ipertensione all’inizio della vita.

“Lo studio di Josh è un eccellente esempio di vantaggi derivanti dal programma di finanziamento Future Leadership della Heart Foundation”.

“Calcificazione dell’aorta addominale sulle immagini della colonna vertebrale laterale acquisite durante il test della densità ossea e il rischio di demenza in età avanzata nelle donne anziane: uno studio di coorte prospettico” è stato pubblicato in The Lancet Regional Health: Pacifico occidentale.


Maggiori informazioni:
Calcificazione dell’aorta addominale su immagini della colonna vertebrale laterale acquisite durante il test della densità ossea e rischio di demenza in età avanzata nelle donne anziane: uno studio di coorte prospettico, The Lancet Regional Health: Pacifico occidentale (2022).

Articolo precedenteI leader del G7 danno il via al vertice con nuove misure per contrastare Russia e Cina
Articolo successivoLe recessioni nelle economie avanzate possono aiutare a raffreddare l’inflazione in India