Home Notizie recenti Lo studio riporta che la maggior parte dei pazienti guarisce dalla sostituzione...

Lo studio riporta che la maggior parte dei pazienti guarisce dalla sostituzione del ginocchio senza oppioidi

61
0

Credito: CC0 Pubblico Dominio

Uno studio retrospettivo di una serie di casi condotto dal Dr. Vinod Dasa, Professore di Ortopedia clinica presso la LSU Health New Orleans School of Medicine, riporta che più di due terzi dei pazienti sottoposti a sostituzione totale del ginocchio non avevano bisogno di oppioidi per il dolore postoperatorio. I risultati sono pubblicati nel Giornale di esperienza e innovazione ortopedica.

Un regime di analgesia multimodale, che prende di mira numerose vie del dolore, ha fornito un adeguato sollievo dal dolore per 27 dei 40 pazienti studiati. Il regime prevedeva la crioneurolisi preoperatoria (nervi congelati); analgesici perioperatori orali ed endovenosi, un blocco del canale neuroassiale (spinale) e adduttore regionale e infiltrazione locale di bupivacaina liposomiale (Exparel); infiltrazione periarticolare intraoperatoria di bupivacaina cloridrato (Marcaine); e analgesici non oppioidi orali postoperatori.

Il 20% dei pazienti nella serie di casi aveva compilato almeno una prescrizione di oppioidi entro tre mesi prima dell’artroscopia totale del ginocchio (TKA). Tutti e otto hanno richiesto oppioidi durante i tre mesi successivi all’intervento chirurgico. Sebbene i punteggi del dolore siano migliorati nel tempo per tutti i pazienti, i pazienti che hanno usato oppioidi dopo la TKA hanno riportato livelli di dolore più elevati in ogni momento della valutazione rispetto a quelli che avevano una TKA senza oppioidi.

Gli autori scrivono che l’uso prolungato di oppioidi dopo la TKA è associato a tassi più elevati di infezione, rigidità e revisione asettica. Inoltre, la prescrizione eccessiva di oppioidi dopo la TKA aumenta i rischi di uso improprio, abuso, dipendenza e sovradosaggio e contribuisce alla crisi nazionale degli oppioidi. Questo studio pilota aveva lo scopo di dimostrare che era possibile la TKA senza oppioidi; tuttavia, i risultati indicano che la maggior parte dei pazienti che hanno utilizzato oppioidi durante i tre mesi precedenti la TKA necessitavano di oppioidi per controllare il dolore successivo alla TKA. Come mitigare l’uso prolungato di oppioidi dopo la TKA per questo sottogruppo a più alto rischio rimane un’area matura per l’indagine.

Gli autori concludono che “sebbene non vi sia consenso sul protocollo ottimale per il dolore multimodale da utilizzare nella TKA, un numero crescente di prove indica che le modalità che prendono di mira una varietà di percorsi del dolore possono produrre benefici additivi o sinergici. La ricerca futura dovrebbe cercare di determinare quale gli elementi del protocollo sono più essenziali per gestire efficacemente il dolore e ridurre al minimo l’uso di oppioidi dopo la TKA e studiare nuovi approcci per raggiungere lo stato di assenza di oppioidi nei pazienti con TKA che ricevono oppioidi preoperatori”.

“Il raggiungimento di migliori recuperi dopo un intervento chirurgico di sostituzione del ginocchio è stata una sfida di lunga data”, osserva il dottor Dasa. “Con le recenti innovazioni e il miglioramento delle tecniche chirurgiche, ora siamo in grado di ottenere risultati che molti hanno trovato difficili”.


Articolo precedenteSpiegare il legame tra diabete, malattie cardiache
Articolo successivoInfezione da COVID-19 legata a un rischio più elevato di neuropatia