Home Notizie recenti L’intelligenza artificiale riduce il tasso di mancata presenza di polipi precancerosi nello...

L’intelligenza artificiale riduce il tasso di mancata presenza di polipi precancerosi nello screening del cancro del colon-retto

65
0

Credito: Pixabay/CC0 di dominio pubblico

L’intelligenza artificiale ha ridotto del doppio la velocità con cui i polipi precancerosi sono stati persi nello screening del cancro del colon-retto, ha riferito un team di ricercatori internazionali guidati dalla Mayo Clinic. Lo studio è pubblicato in Gastroenterologia.

La maggior parte dei polipi del colon sono innocui, ma alcuni nel tempo si sviluppano in cancro del colon o del retto, che può essere fatale se trovato nelle sue fasi successive. Il cancro del colon-retto è il secondo tumore più mortale al mondo, con una stima di 1,9 milioni di casi e 916.000 decessi in tutto il mondo nel 2020, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Una colonscopia è un esame utilizzato per rilevare cambiamenti o anomalie nell’intestino crasso (colon) e nel retto.

Tra febbraio 2020 e maggio 2021, 230 partecipanti allo studio sono stati sottoposti ciascuno a due colonscopie consecutive lo stesso giorno in otto ospedali e cliniche comunitarie negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Italia. Una colonscopia ha utilizzato l’IA; l’altro, una colonscopia standard, no.

Si stima che il tasso di perdita di polipi colorettali precancerosi sia del 25%. In questo studio, la percentuale di mancati risultati è stata del 15,5% nel gruppo che ha avuto per primo la colonscopia AI. La percentuale di mancati è stata del 32,4% nel gruppo che ha avuto prima la colonscopia standard. La colonscopia AI ha rilevato più polipi più piccoli, più piatti e nel colon prossimale e distale.

“Il cancro del colon-retto è quasi interamente prevenibile con uno screening adeguato”, afferma l’autore senior Michael B. Wallace, MD, presidente della divisione di gastroenterologia ed epatologia presso la Sheikh Shakhbout Medical City di Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti e il professore di medicina Fred C. Andersen presso Mayo Clinic a Jacksonville, in Florida. “L’uso dell’intelligenza artificiale per rilevare i polipi del colon e potenzialmente salvare vite umane è una notizia benvenuta e promettente per i pazienti e le loro famiglie”.

Inoltre, i tassi di falsi negativi erano del 6,8% nel gruppo che aveva prima la colonscopia AI. Era il 29,6% nel gruppo che aveva prima la colonscopia standard. Un risultato falso negativo indica che non hai una condizione particolare, quando in realtà ce l’hai.


Articolo precedenteQuando i compagni di intelligenza artificiale per le persone sole sembrano un po’ troppo umani
Articolo successivoUn nuovo studio suggerisce che lo stress tra le particelle disallineate nei tipici catodi delle batterie al litio limita il flusso