Home Notizie recenti Le pillole ricoperte di caramelle potrebbero prevenire le frodi farmaceutiche

Le pillole ricoperte di caramelle potrebbero prevenire le frodi farmaceutiche

117
0

Diagramma che mostra come una fotografia di caramelle impareggiabili viene convertita in una stringa di codice adatta per l’archiviazione in un database. Credito: Grover, 2022.

Mentre la maggior parte di noi stava cuocendo pane a lievitazione naturale e guardando “Tiger King” per rimanere sano di mente durante la chiusura della pandemia, il professore di bioingegneria della UC Riverside William Grover si è tenuto impegnato a contare le caramelle colorate appollaiate sopra le gocce di cioccolato. Nel processo, ha scoperto un modo semplice per prevenire le frodi farmaceutiche.

La tecnica, che chiama CandyCode e utilizza minuscole caramelle multicolori senza pari o “centinaia e migliaia” come rivestimento identificabile in modo univoco per capsule e pillole farmaceutiche, è pubblicata in Rapporti scientifici.

I farmaci contraffatti o scadenti danneggiano milioni di persone e costano circa 200 miliardi di dollari all’anno. Nel mondo in via di sviluppo, l’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che un prodotto medico su 10 sia falso.

Il laboratorio di Grover ha precedentemente lavorato su modi semplici ea basso costo per garantire l’autenticità dei prodotti farmaceutici. Altri ricercatori sono stati interessati a inserire codici univoci sulle pillole che possono essere utilizzate per verificarne l’autenticità, ma tutti questi schemi hanno limitazioni pratiche.

“L’ispirazione per questo è venuta dalle caramelle al cioccolato colorate. Ogni caramella ha una media di 92 nonpareil attaccati casualmente e le nonpareil hanno otto colori diversi. Ho iniziato a chiedermi quanti diversi modelli di nonpareil colorati fossero possibili su queste caramelle”, ha detto Grover. “Si scopre che le probabilità che uno schema di caramelle generato casualmente si ripeta sono praticamente zero, quindi ognuna di queste caramelle è unica e non sarà mai duplicata per caso”.

Ciò ha dato a Grover l’idea che i nonpareil potessero essere applicati come rivestimento a ciascuna pillola, conferendogli uno schema unico che poteva essere archiviato dal produttore in un database. I consumatori potrebbero caricare una fotografia di una pillola sullo smartphone e se il suo CandyCode corrisponde a una nel database, il consumatore potrebbe essere sicuro che la pillola sia genuina. In caso contrario, è potenzialmente fraudolento.

Le pillole ricoperte di caramelle potrebbero prevenire le frodi farmaceutiche

Un coperchio CandyCoded per una bottiglia di profumo. Credito: Grover, 2022

Per testare questa idea, Grover ha utilizzato la colla commestibile per decorare le torte per rivestire le capsule di Tylenol con un algoritmo impareggiabile e ha sviluppato un algoritmo che converte la foto di una pillola CandyCoded in un insieme di stringhe di testo adatte per essere archiviate in un database di computer e interrogate dai consumatori. Ha usato questo algoritmo per analizzare una serie di foto di CandyCode e ha scoperto che funzionano come identificatori universalmente univoci, anche dopo aver sottoposto le pillole CandyCoded ad abusi fisici che simulano l’usura della spedizione.

“Utilizzando una simulazione al computer di librerie CandyCode ancora più grandi, ho scoperto che un’azienda potrebbe produrre 1017 Pillole CandyCoded, sufficienti per 41 milioni di pillole per ogni persona sulla terra, e comunque in grado di identificare in modo univoco ogni pillola CandyCoded”, ha affermato Grover.

È possibile creare CandyCodes ancora più unici con l’introduzione di più colori o combinando diverse dimensioni o forme di caramelle senza pari. I CandyCodes possono essere utilizzati anche per garantire l’autenticità di altri prodotti spesso contraffatti. I tappi di bottiglia, ad esempio, potrebbero essere rivestiti con adesivo e immersi in parti ineguagliabili per garantire l’integrità del profumo o del vino e i cartellini per indumenti o borse potrebbero essere rivestiti con glitter.

Le capsule o le compresse CandyCoded hanno anche un vantaggio inaspettato per il consumatore.

“Aneddoticamente, ho scoperto che le capsule CandyCoded erano più piacevoli da ingoiare rispetto alle semplici capsule, confermando la classica osservazione di Mary Poppins sulla relazione tra zucchero e medicina”, ha detto Grover.

Il documento ad accesso aperto è intitolato “CandyCodes: identificatori commestibili universalmente univoci semplici per confermare l’autenticità dei prodotti farmaceutici”.


Articolo precedenteIl 2008-2017 ha visto il pagamento, i cambiamenti geografici nella chirurgia di affermazione del genere
Articolo successivoLe cure dentistiche riducono la probabilità di ricovero per le persone con diabete o malattia coronarica