Home Notizie recenti Le disparità nelle prescrizioni di buprenorfina riempite peggiorano durante la pandemia

Le disparità nelle prescrizioni di buprenorfina riempite peggiorano durante la pandemia

69
0

La pandemia di COVID-19 è stata associata a diminuzioni immediate delle prescrizioni di buprenorfina riempite da parte di membri di gruppi di minoranze razziali ed etniche ma non di pazienti bianchi, secondo uno studio pubblicato online il 1 giugno in Rete JAMA aperta.

Thuy Nguyen, Ph.D., dell’Università del Michigan ad Ann Arbor, e colleghi hanno esaminato se le prescrizioni di buprenorfina e naltrexone riempite per il disturbo da uso di oppioidi variassero tra i gruppi razziali ed etnici durante la pandemia di COVID-19. L’analisi ha incluso le dichiarazioni di farmacie al dettaglio (da maggio 2019 a giugno 2021) identificate dal database Symphony Health (quasi 1,56 milioni di persone che hanno compilato prescrizioni di buprenorfina).

I ricercatori hanno scoperto che gli aumenti prepandemici del tasso di riempimento della buprenorfina si sono appiattiti per tutti i gruppi dopo l’insorgenza di COVID-19 (30,5 punti percentuali di differenza nella tendenza). Tuttavia, sono state osservate riduzioni significative nei riempimenti di buprenorfina all’inizio della pandemia per i membri di gruppi di minoranze razziali ed etniche ma non per i pazienti bianchi (che vanno dal 2,5% per i pazienti neri al 4,0% per i pazienti ispanici). Mentre il tasso di riempimenti di buprenorfina è diminuito per i pazienti Medicare e paganti in contanti, sono state osservate maggiori diminuzioni per i pazienti neri (Medicare: 10,0%; contanti: 20,0%) rispetto ai pazienti bianchi (Medicare: 3,5%; contanti: 15,0%). I pazienti Medicaid non hanno registrato diminuzioni. Per il naltrexone a rilascio prolungato, sono state osservate diminuzioni di livello uniformi tra i gruppi.

Vedi anche:  Il team di ricerca identifica i metodi per prevedere futuri attacchi informatici

“La pandemia di COVID-19 potrebbe essere stata associata a barriere finanziarie esacerbate alla buprenorfina e al naltrexone per il disturbo da uso di oppioidi tra i gruppi di minoranze razziali ed etniche, che hanno subito maggiori perdite economiche durante la pandemia”, scrivono gli autori.


© 2022 Giornata della Salute. Tutti i diritti riservati.

Articolo precedenteTasso di eventi avversi dopo THA simile per chirurghi di sesso femminile e maschile
Articolo successivoMangiare carne rossa può aumentare il rischio di cancro del colon-retto nelle donne nere