Home Notizie recenti Le bevande adattogene ricche di caffeina possono aiutare chi soffre di affaticamento

Le bevande adattogene ricche di caffeina possono aiutare chi soffre di affaticamento

75
0

Credito: Università Clarkson

Una recente ricerca pubblicata dagli scienziati della Clarkson University mostra che le bevande contenenti caffeina ricche di adattogene sono significativamente più utili delle bevande contenenti caffeina di origine sintetica per le persone con bassa energia mentale o elevato affaticamento mentale o fisico.

Gli adattogeni sono sostanze non tossiche, come erbe, funghi o estratti vegetali, che si ritiene abbiano benefici per la salute e aumentino la resistenza del corpo ai danni causati dallo stress.

L’anno scorso, una ricerca pubblicata dal Professore Associato di Fisioterapia Ali Boolani e dai suoi collaboratori ha identificato che il tratto della personalità di energia e fatica ha influenzato il modo in cui qualcuno ha risposto a una bevanda contenente caffeina. Da allora, hanno anche riferito come questi tratti siano associati al modo in cui le persone rispondono a molti altri interventi, come l’esercizio fisico, il sonno e persino le scrivanie in piedi rispetto alle scrivanie sedute.

Di recente, hanno anche pubblicato ulteriori prove del fatto che potrebbe esserci un microbioma intestinale distinto associato a questi tratti della personalità, che possono influenzare il modo in cui determinati alimenti/bevande vengono metabolizzati.

“Questo ci ha portato a ripensare al nostro studio precedentemente pubblicato che ha confrontato una bevanda con caffeina ricca di adattogeno, a base di tè verde e yerba mate, con una bevanda con caffeina di origine sintetica”, afferma Boolani. “Pertanto, siamo tornati indietro e abbiamo riesaminato i nostri dati per vedere se il tratto della personalità di energia e fatica spiegasse anche alcune delle risposte interindividuali alle bevande ricche di adattogene”.

La rianalisi dei dati è stata guidata dal Professore Associato di Matematica Sumona Mondal e Ph.D. di matematica. studente Daniel Fuller.

“I nostri risultati sono stati davvero interessanti in quanto abbiamo scoperto che una bevanda con caffeina ricca di adattogeno era significativamente più utile per le persone che normalmente riferiscono di sentirsi a corto di energia mentale o di affaticamento mentale elevato o di affaticamento fisico elevato”, afferma Boolani. “Questi stessi individui hanno riportato un aumento della frequenza cardiaca, un aumento della pressione sanguigna e un aumento dei sentimenti di ansia con una bevanda a base di caffeina di origine sintetica”.

I risultati della ricerca suggeriscono che le persone che potrebbero aver più bisogno di caffeina (quelle che normalmente riferiscono di sentirsi a corto di energia/elevata stanchezza) potrebbero trarre beneficio dal consumo di una bevanda con caffeina ricca di adattogeno, poiché sembrava fornire i benefici dell’umore senza le solite risposte associate negativamente a caffeina.

Eric Gumpricht, direttore della ricerca e della scienza presso Isagenix International e membro della facoltà a contratto dell’Arizona State University, ha fornito al team di ricerca l’esperienza per aiutare a identificare potenziali ragioni per cui gli adattogeni potrebbero fornire un beneficio per l’umore, attenuando le risposte negative della caffeina.

Il documento di ricerca, intitolato “Trait Energy and Fatigue Modify Acute Ingestion of an Adaptogenic-Rich Beverage on Neurocognitive Performance”, è stato recentemente pubblicato in Scienze applicate.


Articolo precedenteCome saggezza, resilienza e maestria lavorano insieme per aumentare il benessere nella vecchiaia
Articolo successivoLa diversità nella ricerca genetica è fondamentale per migliorare il trattamento delle malattie croniche in Africa