AAOS aggiorna le linee guida per la gestione della frattura dell'anca negli anziani

(HealthDay)—In una linea guida di pratica clinica basata sull’evidenza emessa dall’American Academy of Orthopaedic Surgeons, vengono presentate raccomandazioni aggiornate per la gestione dei pazienti con frattura dell’anca.

Julie Switzer, MD, della Orthopedic Trauma Association di Rosemont, Illinois, e colleghi hanno sviluppato una linea guida aggiornata che deve essere utilizzata da medici e clinici adeguatamente formati che gestiscono la frattura dell’anca tra gli anziani (di età pari o superiore a 65 anni).

Gli autori sconsigliano l’uso della trazione preoperatoria per i pazienti con frattura dell’anca. Potrebbe esserci un’associazione tra la chirurgia della frattura dell’anca entro 24-48 ore dal ricovero e risultati migliori. Per quanto riguarda l’anestesia, l’anestesia spinale o generale è appropriata per i pazienti con frattura dell’anca. L’artroplastica è raccomandata rispetto alla fissazione per i pazienti con fratture instabili del collo del femore. L’uso di steli femorali cementati è raccomandato per i pazienti sottoposti ad artroplastica per fratture del collo femorale. Per ridurre le complicanze e migliorare i risultati, dovrebbero essere utilizzati programmi di cura interdisciplinari nella cura dei pazienti con frattura dell’anca.

“Un programma di assistenza interdisciplinare dovrebbe iniziare nel momento in cui un paziente viene ricoverato in ospedale poiché è una parte essenziale dell’efficienza di guida portare un paziente in sala operatoria entro 24-48 ore”, ha affermato Switzer in una nota. “Dopo l’intervento chirurgico, questa squadra, che può essere composta da operatori geriatrici, ortopedici, infermieristici, dietetici e riabilitativi, [is] la chiave per ottenere buoni risultati e aiutare i pazienti a navigare in questo evento sentinella”.


Copyright © 2021 Giornata della Salute. Tutti i diritti riservati.

Articolo precedenteL’inflazione in Turchia sale del 36% a dicembre in mezzo alla crisi della lira
Articolo successivoBNT162b2 ancora efficace, ma meno, contro Omicron