Home Notizie recenti L’allocazione delle risorse dei comuni per promuovere l’attività fisica non risolve tutte...

L’allocazione delle risorse dei comuni per promuovere l’attività fisica non risolve tutte le sfide

25
0

Credito: Unsplash/CC0 di dominio pubblico

Uno studio di follow-up condotto presso l’Università della Finlandia orientale mostra che le risorse utilizzate dai comuni per l’attività fisica non aumentano automaticamente l’attività fisica. Più delle risorse, i fattori individuali influenzano il comportamento dell’attività fisica. I più istruiti e più sani praticano attività fisica nel tempo libero più dei meno istruiti o di quelli in condizioni di salute più precarie. Gli uomini praticavano più attività fisica nel tempo libero rispetto alle donne, mentre le donne praticavano più attività fisica pendolare.

“L’enfasi sull’importanza dei fattori individuali suggerisce che anche le migliori strutture e possibilità di attività fisica non rendono le persone fisicamente attive se non hanno la propria motivazione personale e interesse per l’attività fisica. In Finlandia, l’infrastruttura per l’attività fisica è già così completo che il semplice aumento delle risorse non aumenta automaticamente l’attività fisica dei residenti”, afferma il ricercatore di dottorato Virpi Kuvaja-Köllner.

Lo studio ha anche mostrato che l’attività fisica pendolare era inferiore nei comuni rurali rispetto alle città.

“Ciò è spiegato dal fatto che le distanze nelle aree rurali sono spesso più lunghe e il trasporto pubblico è meno disponibile rispetto alle città, quindi il pendolarismo viene spesso effettuato con la propria auto. Nelle città, il pendolarismo può essere combinato con il ciclismo o l’andare a piedi e, se necessario, i mezzi pubblici”.

Secondo Kuvaja-Köllner, i risultati dello studio pubblicati nel BMC Sanità Pubblica giornale danno motivo di considerare come allocare l’attività fisica comunale e le risorse sportive al fine di promuovere al meglio l’attività fisica tra i residenti.

Un’indagine di follow-up di undici anni ha combinato i dati di Statistics Finland e le indagini sulla popolazione Health 2000 e 2011. In questo studio sono state seguite solo le persone con lo stesso luogo di residenza nel 2000 e nel 2011. 3.193 persone di 115 comuni hanno risposto a domande sull’attività fisica nel tempo libero e 1.394 persone di 110 comuni hanno risposto a domande sull’attività fisica pendolare. Gli indicatori delle risorse sportive e dell’ambiente dei comuni sono stati l’importo di euro spesi dai comuni per lo sport, i chilometri di percorsi pedonali e ciclabili, l’area dei parchi e il numero di organizzazioni sportive che hanno ricevuto contributi nel 1999 e nel 2010.


Articolo precedenteSiemens investe in Electrify America di Volkswagen
Articolo successivoIl quadrotor autonomo open source e hardware aperto vola veloce ed evita gli ostacoli