Home Notizie recenti La politica Cap and Invest potrebbe pagare dividendi per la salute dei...

La politica Cap and Invest potrebbe pagare dividendi per la salute dei bambini

12
0
salute ambientale

Credito: Pixabay/CC0 di dominio pubblico

Una strategia cap-and-invest per ridurre le emissioni di carbonio legate ai trasporti potrebbe fornire sostanziali benefici per la salute ai bambini di New York City, con maggiori benefici tra i bambini neri e ispanici. I risultati dello studio dei ricercatori della Columbia University Mailman School of Public Health sono pubblicati in Ricerca ambientale.

Cap-and-invest descrive un approccio politico che stabilisce una certa percentuale di riduzione delle emissioni di carbonio insieme a nuovi investimenti nel trasporto verde sulla base dei ricavi generati dalle aste di quote di emissione. Gli approcci valutati in questo studio sono stati sviluppati nell’ambito dell’iniziativa regionale sui trasporti e il clima.

I ricercatori hanno stimato i cambiamenti nel particolato fine ambientale (PM2.5) e biossido di azoto (NO2) le concentrazioni associate alle emissioni su strada in nove diversi scenari cap-and-invest predefiniti nel primo anno di attuazione. Questi scenari includono combinazioni di tre CO2 massimali del 20%, 22% e 25% applicati a tre diverse strategie di investimento, comprese quelle che danno uguale o maggiore peso al miglioramento del trasporto pubblico e della mobilità attiva rispetto all’elettrificazione dei veicoli e al passaggio a combustibili più puliti. Hanno stimato gli esiti per la salute, inclusi gli esiti avversi alla nascita, respiratori e dello sviluppo neurologico, nonché le relative riduzioni dei costi sanitari.

Hanno scoperto che per una riduzione del 25% delle emissioni di carbonio dal 2022 al 2032 e una strategia che dia priorità agli investimenti nel trasporto pubblico, la città avrebbe circa 48 visite mediche in meno per l’asma infantile, 13.000 esacerbazioni di asma evitate che non richiedono visite mediche, 640 malattie respiratorie in meno non correlato all’asma e 9 hanno evitato esiti avversi alla nascita nel 2032. Il totale dei costi evitati stimati è di $ 22 milioni. I bambini neri e ispanici sperimenterebbero circa 1,7 volte i benefici per la salute ogni 100.000 bambini rispetto ai bambini bianchi e non ispanici, rispettivamente. Nello stesso scenario, i quartieri con i più alti tassi di povertà a New York sperimenterebbero circa 2,5 volte i benefici per la salute ogni 100.000 bambini rispetto ai quartieri più poveri.

Lo scenario che dà priorità agli investimenti nel trasporto pubblico offre il 45% di vantaggi in più rispetto allo scenario che dà la priorità all’elettrificazione dei veicoli e il 15% in più di vantaggi monetizzati rispetto allo scenario che dà lo stesso peso a entrambi gli investimenti. La strategia del trasporto pubblico ha anche comportato vantaggi proporzionalmente maggiori nelle comunità razziali/etniche ea basso reddito.

“Abbiamo scoperto che la strategia più efficace era quella che avrebbe fatto di più per espandere e riparare il trasporto pubblico urbano e interurbano, nonché per ridurre il numero di veicoli sulla strada attraverso opzioni di trasporto condivise alternative”, afferma la prima autrice Kaitlyn E. Coomes , in precedenza coordinatore del progetto presso il Columbia University Center for Children’s Environmental Health, Columbia University Mailman School of Public Health.

“Questi risultati di sostanziali benefici per la salute dei bambini sono rilevanti per le decisioni future in merito ai trasporti ecologici e alle politiche di elettrificazione in esame a New York e altrove”, afferma l’autrice senior dello studio Frederica Perera, direttrice della ricerca traslazionale presso il Columbia University Center for Children’s Environmental Health e professore di scienze della salute ambientale presso la Columbia University Mailman School of Public Health.

I coautori includono Alique Berberian alla Columbia Mailman School; Jonathan J. Buonocore, Jonathan I. Levy e Laura Buckley alla Boston University; Calvin Arter e Saravanan Arunachalam all’Università della Carolina del Nord; e Jonathan Gunasti alla Emory University.


Articolo precedenteLe diagnosi di telemedicina corrispondono a quelle delle visite mediche di persona per la maggior parte del tempo
Articolo successivoIl dosaggio del trattamento di adattamento del prisma ospedaliero per l’abbandono spaziale predice i risultati della riabilitazione dell’ictus