Home Notizie recenti La pandemia spinge l’uso della telemedicina per l’assistenza sanitaria mentale

La pandemia spinge l’uso della telemedicina per l’assistenza sanitaria mentale

155
0

Credito: Unsplash/CC0 di dominio pubblico

La pandemia di COVID-19 probabilmente ha aumentato in modo permanente la fornitura di consulenza sulla salute mentale attraverso la telemedicina, secondo una nuova ricerca dell’Oregon Health & Science University.

L’analisi retrospettiva è stata pubblicata oggi nel numero di aprile della rivista Affari sanitari.

“Il nostro studio suggerisce che i servizi di telemedicina per la consulenza sulla salute mentale si sono ampliati in modo significativo ed è probabile che rimangano”, ha affermato l’autrice principale Jane Zhu, MD, assistente professore di medicina (medicina interna generale e geriatria) presso la OHSU School of Medicine. “Le applicazioni future della salute tele-mentale dovrebbero davvero essere focalizzate sulla comprensione della popolazione, del contesto e delle condizioni della malattia più favorevoli a questo metodo”.

Zhu e coautori hanno utilizzato un centro di compensazione non governativo per le affermazioni per analizzare i dati dal 2016 al 2018 e confrontarli con il periodo di inizio della pandemia, da marzo a dicembre 2020, per un totale di 101,7 milioni di visite ambulatoriali di salute mentale.

Hanno scoperto che nel primo periodo della pandemia, le visite di salute mentale di persona inizialmente sono diminuite del 21,9%, nonostante l’inizio di una pandemia che induce stress. Tuttavia, le visite di salute mentale sono prontamente rimbalzate, con quasi la metà di esse, il 47,9%, che è passata alla telemedicina entro la fine del periodo di studio nel dicembre 2020.

I ricercatori hanno rilevato differenze nell’uso della telemedicina tra le condizioni cliniche. Ad esempio, le persone visitate per schizofrenia avevano meno probabilità di utilizzare visite di persona, mentre quelle con disturbi legati all’ansia e alla paura utilizzavano la telemedicina in misura maggiore.

Gli autori hanno anche citato ulteriori ricerche che rivelano che gli anziani, i neri e gli ispanici, le persone che vivono da sole e quelle con un reddito più basso sembrano avere meno probabilità di accedere alla consulenza sulla salute mentale online.

“Si parla spesso di telemedicina come della prossima frontiera della fornitura di assistenza sanitaria”, ha affermato Zhu. “Tuttavia, le prove nel nostro articolo suggeriscono una mancanza di adozione tra alcuni gruppi che stanno incontrando barriere alla telemedicina”.

I pazienti continueranno a fare un uso sostanziale della telemedicina negli anni a venire, si aspettano i ricercatori.

La telemedicina è particolarmente adatta ai servizi di salute mentale, scrivono. Anche prima della pandemia, studi precedenti hanno sollevato il potenziale per migliorare l’accesso alle cure per i 119 milioni di americani che vivono in aree definite carenti di professionisti sanitari. Inoltre, gli studi hanno dimostrato un’elevata soddisfazione tra i pazienti che non necessitano necessariamente di un esame fisico dettagliato di persona o di test di laboratorio spesso richiesti per cure mediche o chirurgiche.

Gli autori concludono con una nota cautelativa:

“Sebbene la riduzione delle barriere normative e di pagamento possa migliorare l’accesso alle cure, una maggiore dipendenza dalla telemedicina potrebbe esacerbare le disparità sanitarie esistenti o peggiorare i risultati delle cure per altre popolazioni, in particolare se l’accesso a Internet a banda larga è limitato in alcune regioni o non disponibile per i redditi più bassi o clinicamente popolazioni vulnerabili”, scrivono. “Sono necessarie ricerche future per capire come le modalità di telemedicina possano migliorare al meglio un accesso equo all’assistenza sanitaria mentale di fronte all’aumento della domanda complessiva”.

Oltre a Zhu, i coautori includevano Renae Myers, MPH, John McConnell, Ph.D., e Ximena Levander, MD, di OHSU; e Sunny C. Lin, Ph.D., ora della Washington University di St. Louis.


Articolo precedenteIl ministro delle finanze dello Sri Lanka è stato licenziato, il governatore della banca centrale ha deciso di dimettersi
Articolo successivoLa Germania affronta la recessione se il petrolio e il gas si fermassero, affermano le banche