covid-19

Credito: CC0 Dominio pubblico

I parlamentari francesi lunedì hanno iniziato a discutere il progetto di legge che richiederebbe la vaccinazione della maggior parte delle persone contro il COVID-19 per entrare in spazi pubblici come bar, ristoranti e trasporti pubblici a lunga distanza.

Soprannominato il “pass del vaccino”, la misura principale del disegno di legge mira a convincere i restanti cinque milioni di persone non vaccinate in Francia di età superiore ai 12 anni ad accettare un’iniezione.

Finora è bastato un recente test negativo per assicurarsi un “pass sanitario” che permettesse l’accesso alle stesse attività.

Ma la variante Omicron del coronavirus ha alimentato i casi medi giornalieri confermati a oltre 160.000 al giorno nell’ultima settimana, con picchi superiori a 200.000.

“L’onda anomala è davvero arrivata, è enorme, ma non ci lasceremo prendere dal panico”, ha detto al parlamento il ministro della Sanità Olivier Veran.

Reagendo ai critici che affermano che la legge viola le libertà civili delle persone, Veran ha aggiunto che “l’egoismo spesso si nasconde dietro i discorsi sulla presunta libertà”.

Sebbene vi sia una forte opposizione al disegno di legge in parti di sinistra e di estrema destra, il sostegno del partito centrista del presidente Emmanuel Macron e della maggior parte dei conservatori e socialisti dell’opposizione dovrebbe vederlo attraverso la camera bassa.

Dovrebbe entrare in vigore il 15 gennaio dopo il passaggio dal Senato della Camera alta.

Oltre al passaggio del titolo alla concessione dell’accesso a molti aspetti della vita pubblica basati sui vaccini, il disegno di legge comporterebbe anche sanzioni più pesanti per coloro che condividono o falsificano le loro tessere vaccinali e per i luoghi che non riescono a controllarle.

Le persone in possesso di un pass falso rischiano una condanna fino a cinque anni di carcere e una multa di 75.000 euro ($ 85.000).

La Francia ha anche modificato le regole su come le scuole dovrebbero reagire agli alunni infetti, consentendo loro di tornare prima se i test di follow-up più frequenti si rivelano negativi dopo soli cinque giorni.

Più tardi lunedì, il primo ministro Jean Castex avrebbe dovuto incontrare i ministri per discutere l’impatto su servizi cruciali come ospedali, trasporti, polizia ed energia di un gran numero di persone che si ammalano.

E dopo aver incontrato i rappresentanti delle organizzazioni dei datori di lavoro e del settore turistico, alberghiero e della ristorazione, il ministro delle finanze Bruno Le Maire ha affermato che il governo estenderà l’accesso agli aiuti alle imprese che soffrono a causa delle misure anti-coronavirus.


© 2022 AFP

Articolo precedenteLa FDA espande i booster Pfizer per più adolescenti man mano che l’omicron aumenta
Articolo successivoIl primo ministro britannico afferma che gli ospedali devono affrontare “una notevole pressione”