Trasporti

Credito: CC0 Dominio pubblico

I bambini sui trasporti pubblici francesi dovranno presto indossare una mascherina a partire dai sei anni, ha decretato sabato il governo, come parte delle sue ultime misure contro il coronavirus.

In precedenza le mascherine erano obbligatorie dall’età di 11 anni, ma Parigi sta inasprendo i regolamenti data la rapida diffusione della variante Omicron.

I bambini dai sei anni in su dovranno indossare una maschera su tutti i mezzi di trasporto pubblico all’interno dei confini nazionali da lunedì, mentre i vettori non serviranno cibo o bevande per tre settimane dalla stessa data.

Il primo ministro Jean Castex aveva segnalato lunedì scorso il divieto di trasporto di bevande e cibo.

Un portavoce dell’operatore ferroviario nazionale SNCF ha indicato che le ultime restrizioni significano che i passeggeri non saranno autorizzati a rimuovere le maschere nemmeno per mangiare o bere, tranne che per i servizi transfrontalieri tra cui Thalys ed Eurostar.

I servizi di ristorazione saranno sospesi sul TGV ad alta velocità e sui servizi interurbani da lunedì fino al 23 gennaio, ha affermato SNCF in risposta al decreto.

I casi giornalieri di COVID-19 in Francia hanno raggiunto un record dopo l’altro negli ultimi giorni, con le autorità che venerdì hanno annunciato 232.200 nuove infezioni, il numero massimo dall’inizio della pandemia.

Ma finora il governo ha cercato di evitare misure come la chiusura di ristoranti e bar, incoraggiando invece tutti a vaccinarsi completamente con colpi di richiamo.


© 2022 AFP

Articolo precedenteL’Europa supera i 100 milioni di casi di COVID
Articolo successivoLe compagnie aeree sono alle prese con le interruzioni relative a Omicron per iniziare il 2022